Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IMMOBILIARE

Tedeschi, altoatesini e polacchi: tutti a caccia di una casa sul Garda

Flavio Archetti

Economia
5 ago 2022, 12:05
Manerba, l’alba alla Rocca - © www.giornaledibrescia.it

Manerba, l’alba alla Rocca - © www.giornaledibrescia.it

Dalla villetta singola di Salò, che spinta dalla forza economica dei tedeschi ha raggiunto il milione di euro, al «fronte lago» di Sirmione, dove un appartamento di 100 metri quadri costa quasi 700.000 euro, fino al lago d’Iseo, dove tra Iseo e Sarnico il «signorile» nuovo vale tra 2.450 e 2.650 euro al mq e per avere un bel bilocale vista lago ci vogliono quasi 200.000 euro. Farsi una casa sul lago è un desiderio sempre più diffuso e il mercato riflette questo sogno riempiendosi di valori alle stelle, anche se il dinamismo – a fronte di una domanda consistente – è frenato da un’offerta meno ampia soprattutto per il nuovo.

Secondo gli esperti di Tecnocasa, a partire dall’ambito Garda, alla spinta dei tedeschi si sarebbe aggiunta negli ultimi tempi quella di altoatesini e polacchi. La diretta conseguenza di questa «fame» di casa al lago è anche la crescita del valore delle aree interne, come le colline moreniche e i comuni della Valtenesi. A Salò si registrano domanda elevata e bassa offerta, e questo incrementa i prezzi. Sono in aumento gli acquisti dei tedeschi con budget sopra il milione di euro, che si orientano su attici o ville. I valori immobiliari variano da 3.000 a 7.000 euro al metro.

Le tipologie

Oggi le tipologie più richieste sono bilocale e trilocale, in attesa di interventi come la riqualificazione dell’ex area Tavina su cui sorgerà edilizia residenziale per 17.000 metri. A Sirmione il nuovo «fronte lago» tocca punte di 6.500 euro mq. Gli acquirenti arrivano dalla Lombardia e chiedono immobili di piccolo taglio, con spazi esterni e la piscina. Il budget medio è compreso tra 120.000 e 200.000 euro. Un terreno di 400 metri costa 180.000 euro.

A Moniga, Manerba, Polpenazze e Puegnago l’offerta è contenuta e la domanda in aumento. Non ci sono nuove costruzioni in corso e sui lungolago la vista lago tocca anche i 4.000 euro al metro. Per budget più contenuti ci sono le colline di Polpenazze e Puegnago dove i prezzi oscillano tra 1.800 a 2.500 euro.

La newsletter del mattino, per iniziare la giornata sapendo che aria tira in città, provincia e non solo.
Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione
Informativa ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 o GDPR*

Il Sebino

A cercare casa sull’Iseo sono invece principalmente milanesi, bergamaschi e bresciani. A Iseo si cercano appartamenti con posto auto, possibilmente nelle zone centrali, dove se ne trovano a prezzi medi di 2.000 euro al metro con punte di 3.500 per le soluzioni ristrutturate. A Monte Isola per un trilocale con vista lago si spendono tra 80.000 e 90.000 euro. Domanda in crescita a Sale Marasino, Marone e Sulzano, paesi in cui la possibilità di usare l’abitazione (da parte dei lombardi) tutto l’anno ha spostato l’interesse sul trilocale. Prezzi tra 500 euro per l’usato e 2.500-3.000 per il nuovo.

Sulzano è il comune che attira maggiormente perché dotato di un'uscita della tangenziale comoda da Brescia. Sulla sponda bergamasca la maggior parte delle richieste è su Sarnico, dove i prezzi possono andare da 800 euro al metro per soluzioni distanti dal lago fino a 4.000 euro per la costa. Sul nuovo si sono toccati prezzi di 6.000-7.000 euro.

Sul lago d’Idro sono in aumento le richieste di seconde case da adibire a bed and breakfast. La zona interessa in particolare i tedeschi e gli austriaci alla ricerca di tranquillità. Tra 2020 e 2021 l’aumento delle compravendite è stato del 15%. I prezzi sono decisamente più contenuti con un massimo di 1.250 euro al mq nella «capitale» Idro.

Articoli in Economia

Lista articoli