Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

LO STUDIO - DATAJOURNALISM

Lavoro: le ragioni del «mismatch» tra domanda e offerta in Italia

Angela Dessì

Economia
8 lug 2022, 16:39
Una donna al computer

Una donna al computer

Prendete una formazione che non facilita l'orientamento tecnico, unite salari bassi e poca vocazione al pragmatismo e mixate il tutto con imprese eccessivamente piccole e una decrescita demografica senza precedenti. La ricetta del mismatch tutto italiano è servita. Almeno stando ai dati raccolti ed analizzati dallo studio commissionato da Intesa Sanpaolo alla società specialista in ricerche di mercato e sondaggi Ipsos. 

Un report articolato* che ha visto Ipsos, nel dicembre scorso, intervistare 700 persone fra donne e uomini, di fasce d'età diverse (18-30 anni; 31-40 anni), con vari gradi di scolarizzazione, sparse in tutta Italia e con un target diviso in tre categorie: persone in cerca di lavoro, lavoratori che vorrebbero cambiare occupazione ed i famigerati NEET, acronimo per Not engaged in Education, Employment or Training, vale a dire persone non attive, che si tratti di istruzione, lavoro o formazione. 

Articoli in Economia

Lista articoli