Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Economia

LA FOTOGRAFIA

Cassa in deroga per altre 6.000 imprese bresciane: l'elenco


Economia
8 mag 2020, 07:00
Inps (simbolica)

Si tratta quasi esclusivamente di piccole imprese. Pochi addetti, struttura classica delle imprese a conduzione familiare e non, colonna portante del sistema produttivo bresciano. E le piccole dimensioni, che in qualche caso possono essere un punto favorevole, rischiano di incidere ancor più pesantemente sul futuro di realtà che si sono trovate, come tutte, alle prese con l'emergenza coronavirus.

Sono oltre 6.000 quelle bresciane che in base agli ultimi decreti ministeriali hanno visto accolta la propria domanda di cassa in deroga. All'incirca, l'elenco che le raccoglie riguarda un totale di più di 16mila lavoratori, per un totale di oltre 4,4 milioni di ore di lavoro e una spesa complessiva pari a circa 37 milioni.

Una platea ampia che si aggiunge alle oltre 10mila aziende bresciane che avevao già avanzato richiesta di ammortizzatori (su tutti la cassa integrazione ordinaria) per un totale di circa 105mila dipendenti.

Ulteriori approfondimenti sull'edizione del GdB in edicola oggi, venerdì 8 maggio, scaricabile anche in versione digitale.

 

Articoli in Economia

Lista articoli