Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Cultura e Spettacoli

SANTA GIULIA

L'omaggio di Francesco Vezzoli alla Vittoria Alata

Redazione Web

Cultura e Spettacoli
28 apr 2021, 08:23
L'artista bresciano Francesco Vezzoli nel 2017 - Foto Ansa/Claudio Onorati © www.giornaledibrescia.it

L'artista bresciano Francesco Vezzoli nel 2017 - Foto Ansa/Claudio Onorati © www.giornaledibrescia.it

Fondazione Brescia Musei propone da venerdì 11 giugno sino a domenica 9 gennaio 2022 al Parco Archeologico e Museo di Santa Giulia «Palcoscenici Archeologici. Interventi curatoriali di Francesco Vezzoli», inedito progetto espositivo site-specific che si inserisce nel filone progettuale di mostre ideate dalla Fondazione Brescia Musei, presieduta da Francesca Bazoli e diretta da Stefano Karadjov, per coniugare il proprio, grande patrimonio storico e archeologico con le più interessanti voci dell'arte contemporanea.

Palcoscenici Archeologici vede l’artista bresciano Francesco Vezzoli, tra gli autori italiani più conosciuti e apprezzati nel panorama internazionale, protagonista nella duplice veste di artista e curatore di un percorso di collocazione di otto sue opere installate nei suggestivi spazi archeologici di Fondazione Brescia Musei.

L'iniziativa rientra nel programma delle celebrazioni per la restituzione alla città di Brescia della Vittoria Alata, il bronzo romano che, dopo il restauro effettuato presso l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, allestito nuovamente nella sua antica collocazione nel Capitolium del Parco Archeologico di Brescia Romana, dispiega ora le proprie ali sino a toccare la contemporaneità.

Il progetto ha partecipato e vinto il bando dell'Italian Council, programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, grazie al quale l'opera Nike Metafisica (2019) di Francesco Vezzoli entrerà a far parte delle collezioni del Comune di Brescia gestite da Fondazione Brescia Musei. Palcoscenici Archeologici è stato premiato per la grande qualità ideativa e per la capacità di far risuonare l'arte contemporanea con l'archeologia e l'arte antica, in maniera coerente e armoniosa.

Gli interventi curatoriali di Francesco Vezzoli si snodano attraverso «Brixia. Parco archeologico di Brescia Romana», dove si trova la Vittoria Alata, e proseguono nel Santuario Repubblicano, nella terrazza del Capitolium, nella prima e seconda cella, ma anche nel Teatro Romano, per poi passare nel complesso museale di Santa Giulia, più precisamente nella cappella di Sant'Obizio della Basilica di San Salvatore, nelle Domus dell'Ortaglia e lungo la sezione romana del museo. In ognuna di queste tappe, l'allestimento - curato da Filippo Bisagni - prevede la presenza di una scultura recente di Vezzoli che entrerà così in dialogo con le principali vestigia romane e longobarde della città. Un percorso espositivo che porterà fisicamente il visitatore ad attraversare in ordine cronologico quasi mille anni di storia dell'arte e dell'architettura.
 

Articoli in Cultura e Spettacoli

Lista articoli