Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

UNIVERSITA'

Università di Brescia, la squadra del rettore Tira


Brescia e Hinterland
28 ott 2016, 16:49
UNIBS, ORA TOCCA A TIRA

Il senato accademico e il consiglio di amministrazione sono stati rinnovati e in attesa della nomina delle rappresentanze studentesche, che avverrà nei prossimi giorni, dal 2 novembre l’Università degli Studi di Brescia inaugura una nuova stagione, che coinciderà con il mandato del rettore Maurizio Tira.

Affiancato dal prorettore vicario, Maria Grazia Speranza, Tira ha ufficializzato la squadra dei delegati. Diciannove persone, espressione di tutte le anime dell’ateneo. Ecco di chi si tratta: Rodolfo Faglia, prorettore ai rapporti con l'industria e promozione dell'innovazione, Piero Nicolai delegato ai rapporti con Asst e Ospedale Civile, Marina Pizzi delegata alla ricerca, Vittorio Ferrari delegato alla gestione della qualità della ricerca e alta formazione, Roberto Ranzi delegato alle politiche di internazionalizzazione, Arianna Coniglio delegata alla didattica e scuole di specialità, Giovanni Turelli delegato all'orientamento, Franco Docchio delegato alla terza missione, rapporti con le associzioni e placement, Renato Camodeca delegato al Bilancio, Ivana Passamani delegata all'edilizia universitaria - Campus sostenibile, Mario Gorlani delegato per gli affari legali, Riccardo Adamini delegato ai multimediali e Itc, Francesco Castelli delegato alla cooperazione e sviluppo, Carlo Alberto Romano delegato alla responsabilità sociale per il territorio, Claudio Orizio delegato alle attività sportive, Annalisa Zanola delegato alla formazione linquistica, Giulio Maternini mobility manager, Lucio Zavanella Energy manager, Alberto Arenghi delegato per le disabilità. 

 

Quattro le nuove deleghe assegnate: attività sportive, responsabilità sociale per il territorio, cooperazione e sviluppo ed edilizia universitaria. Il nuovo rettore infatti non nasconde la volontà di far crescere l’Ateneo e nuovi spazi saranno quindi necessari. Tra le ipotesi un corso di laurea nel settore agroalimentare.

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli