Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

COMMISSIONE

Traffico in via Garzetta: Mompiano e Costalunga in agitazione


Brescia e Hinterland
25 nov 2021, 10:39
Il nuovo semaforo ingolfa il traffico all’incrocio tra via Ambaraga e via Branze - Foto © www.giornaledibrescia.it

Il nuovo semaforo ingolfa il traffico all’incrocio tra via Ambaraga e via Branze - Foto © www.giornaledibrescia.it

Le criticità relative al traffico in via Garzetta, aumentato per la presenza del campus universitario della Cattolica, dell’istituto Nikolajewka, ma anche del Club Azzurri, della Scuola edile, di due Rsa, e in futuro anche della Neuropsichiatria infantile.

Le problematiche dovute al semaforo - non a chiamata - all’incrocio tra via Branze, via Schivardi, via Ambaraga e piazzale Nava. E ancora la mancanza di parcheggi e problemi inerenti la sicurezza di pedoni e ciclisti, e la presenza di barriere architettoniche, come alcuni paletti che restringono i marciapiedi rendendoli impraticabili per chi è in carrozzina. Sono gli argomenti di due petizioni firmate da oltre centocinquanta residenti nelle zone di Mompiano e Costalunga, illustrate e discusse ieri in Commissione viabilità, alla presenza degli assessori Manzoni e Tiboni.

Tra le segnalazioni anche un eccessivo taglio di alberi, soprattutto di pini marittimi all’interno del parcheggio del Club Azzurri. Ma oltre ai problemi, i firmatari hanno presentato anche le possibili soluzioni, per cercare di migliorare la situazione. Come l’istituzione di un senso unico in via Garzetta valido per tutti gli utenti tranne che per i residenti, il ritorno al doppio senso di marcia in via Montini, l’attivazione del semaforo a chiamata, e la creazione di 28 posteggi, il riservare posti auto ai residenti, l’incrementare il numero di posti per studenti nel parcheggio dell’università Statale, e l’invito ad evitare l’installazione di parcometri.

L'area riqualificata di via Montini © www.giornaledibrescia.it
I cittadini rivendicano poi più ascolto e coinvolgimento nelle scelte della Giunta. «Anche se, va detto - ha spiegato Manzoni -, ci sono mancati dei referenti come i Cdq che sono stati eletti solo ad ottobre». Le scelte che la Loggia ha fatto sono frutto di istanze pervenute da altri cittadini in passato ma «siamo disponibili a prendere in carico la situazione. Quanto ai parcheggi abbiamo due novità: anche la Cattolica ha fatto una convenzione per garantire agevolazioni agli studenti che utilizzano bus extraurbani, e stiamo vedendo un accordo con la Statale per poter destinare venti posti del suo parcheggio a chi frequenta la Cattolica».

Il Campus dell'Università Cattolica Marco Ortogni/Neg © www.giornaledibrescia.it
Da parte dei consiglieri di minoranza (Maggi, Margaroli, Vilardi e Gioli è arrivata la richiesta di portare le due petizioni in Consiglio comunale e di fare scelte non ideologiche ma valutate con i cittadini.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli