Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

L'APPELLO

Terzo furto in dieci giorni: «Vogliamo solo poter lavorare»


Brescia e Hinterland
23 set 2020, 14:26
TRE FURTI IN DIECI GIORNI

L’incasso è sparito la prima notte. Poi è stata la volta delle monete per dare il resto. E alla fine, quando erano state tolte anche quelle, i ladri si sono concentrati sulla cantina, portando via un centinaio di bottiglie tra vini e superalcolici e smontando l’impianto audio del locale prima di prendere i tablet delle casse.

Tania e Lavinia, che da una decina d’anni gestiscono l’Escondido, locale dai colori e dai sapori messicani in viale Italia in città, sono incredule per l’accanimento contro il loro locale e desiderano voltare pagina per andare avanti.

Sul loro calendario il mese di settembre è tutto un cerchio nero. Il ristorante è stato visitato dai ladri nella notte tra il 12 e il 13 settembre, poi di nuovo tra il 16 e il 17 e ancora ieri tra il 21 e il 22. Ieri mattina in viale Italia è arrivata anche la Polizia Scientifica oltre alla Volante che ha raccolto e repertato decine di tracce lasciate dai ladri che, mentre portavano via tutto quello che ritenevano di valore hanno mangiato e bevuto senza freni. 

Le ristoratrici chiedono solo «che ci mettano nelle condizioni di lavorare al meglio e in sicurezza. Abbiamo passato le notti qui a guardare fuori con il locale chiuso, siamo stanche e preoccupate. Vogliamo solo fare il nostro lavoro».

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli