Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

AMBIENTE

«Strike climate» Brescia in piazza per il Pianeta


Brescia e Hinterland
14 mar 2019, 20:08
L’iniziativa prende spunto dal movimento «Friday for Future» del quale la 16enne svedese Greta Thunberg è il simbolo - 
Foto © www.giornaledibrescia.it

L’iniziativa prende spunto dal movimento «Friday for Future» del quale la 16enne svedese Greta Thunberg è il simbolo - Foto © www.giornaledibrescia.it

A Brescia come a New York, come a Stoccolma, come in quasi 900 città in circa 100 nazioni del mondo. Anche in città domani si svolgerà la grande manifestazione internazionale per il clima «Climate strike», una mobilitazione di massa che nasce dal seme gettato dalla studentessa Greta Thunberg, la sedicenne che ogni venerdì da agosto 2018 si apposta davanti al Parlamento svedese per chiedere un più concreto impegno nel combattere il riscaldamento globale.

«Friday For Future» è il nome del movimento che ha preso spunto dalle sue azioni e che a Brescia, dopo essere approdato nel febbraio 2019 per volontà dell’insegnante Cristina Carasi, porterà più di mille persone (secondo gli organizzatori) in corteo per le vie del centro. Il ritrovo è venerdì alle 9 in piazzale Arnaldo: la manifestazione proseguirà poi lungo corso Magenta, toccando piazza Vittoria, largo Formentone (l’abituale luogo di ritrovo dei sit-in nostrani di Fridays For Future) per concludersi davanti al Broletto. Gli studenti saranno i protagonisti principali della giornata, visto che l’appello in tutto il globo è stato lanciato proprio da loro, custodi del futuro e abitanti della Terra che verrà.

Non solo studenti. Oltre ai ragazzi saranno presenti in piazza anche diverse sigle che della tutela dell’ambiente hanno fatto la loro missione. «La scelta dell’organizzazione, da noi così come nel resto del mondo, è però quella di rimanere distanti da simboli e luoghi di appartenenza - spiega Giovanni Mari, membro di Fridays For Future Brescia -. Su questo punto tutte le realtà con le quali siamo in contatto si sono dette d’accordo».

La manifestazione si terrà solo nel capoluogo mentre nel resto della provincia sono attesi momenti di riflessione e di simbolica vicinanza, come il sit in in piazza Malvezzi a Desenzano dalle 10 alle 12. Nel resto del Paese sono in programma oltre 100 cortei in altrettanti Comuni. Su scala globale invece i numeri sono da capogiro: più di 900 città coinvolte in circa 100 nazioni. «Queste cifre - aggiunge Mari - ci fanno dire che quella di domani sarà la più grande manifestazione per il clima di sempre».

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli