Precipita dalla parete di roccia, giallo sulla morte di un 19enne

Il ragazzo avrebbe raggiunto la cima passando da un sentiero. Non si esclude nessuna ipotesi
CADE DA UNA PARETE E MUORE
AA

Saranno le indagini dei carabinieri della stazione di Rezzato e della Compagnia di Brescia a stabilire quali siano le cause della morte di George Marian Bica, 19enne di origine rumena ma da oltre dieci anni residente a Rezzato, trovato senza vita alla base della parte di arrampicata nell’ex cava di Virle attorno alle 14.30.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il giovane ha raggiunto da solo, percorrendo un sentiero, la vetta della palestra ed è poi caduto nel vuoto morendo sul colpo.
Gli inquirenti al momento non escludono che possa essersi trattato di un incidente, ma è al vaglio anche l'ipotesi suicidio.

 

  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore
  • Precipita nel vuoto e muore

 

A lanciare l'allarme infatti è stato uno scalatore, arrivato in via San Martino per allenarsi e che si è trovato davanti il ragazzo esanime. 

 

 

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia