Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

LA POLEMICA

Mare Jonio, in città manifesti contro Donatella Albini


Brescia e Hinterland
4 set 2019, 09:54
Il manifesto apparso in città

Il manifesto apparso in città

La consigliere comunale Donatella Albini, in questi giorni sulla nave Jonio della Ong Mediterranea sbarcata da poche ore a Lampedusa con il suo carico di migranti, è stata oggetto in questi giorni di pesanti attacchi dal gruppo Brescia ai Bresciani che ha appeso in un manifesto che riprende una caricatura del consigliere Albini definendola «Assessore all’invasione» proprio in merito al suo impegno con i profughi sulla Nave Jonio.

Numerosi gli attestati di solidarietà al consigliere comunale. Sinistra Italiana esprime totale sostegno a Donatella Albini attaccata dal «solito gruppetto di estremisti terrorizzati dalla solidarietà. Noi, insieme a Donatella, continuano a difendere la tradizione di accoglienza e i principi di umanità che fanno grande la nostra società. Non saranno certo le vili azioni notturne di pochi fascisti - scrive in un comunicato Sinistra italiana - a far traballare la nostra determinazione».

Anche la Cgil di Brescia sostiene l’Albini a seguito dell'ignobile scritta comparsa sui muri della città. Il lavoro di Donatella è per noi un atto di necessaria umanità. Sostegno anche da Brescia per Mediterranea.

«L’affissione di manifesti in città, e i post su Facebook chiaramente legati agli ambienti della destra bresciana sono modalità di chiaro stampo fascista e razzista. Brescia per Mediterranea nasce proprio per contrastare la crescita di questi comportamenti ignobili e non si lascia intimorire. Abbiamo operato e continueremo a farlo affinchè venga ripristinato al più presto anche nella nostra provincia il clima di civiltà che mette al centro le persone umane».

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli