Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL CASO

Mail choc di un'azienda: «Non mandateci i corrieri di colore»


Brescia e Hinterland
4 lug 2019, 06:50
Al lavoro, un corriere in servizio - (Foto di repertorio non collegata alla vicenda di cronaca che riportiamo) - © www.giornaledibrescia.it

Al lavoro, un corriere in servizio - (Foto di repertorio non collegata alla vicenda di cronaca che riportiamo) - © www.giornaledibrescia.it

«È stato lo sfogo di un momento, lo sappiamo tutti che non è possibile fare come abbiamo scritto, così però ci pensano un po’ e si danno una calmata». Parlare con Federico Becchetti non è stato possibile: «È molto impegnato» ci dicono. Un suo collaboratore ci accoglie sulla soglia dell’azienda, la Chino Color Srl di Lumezzane, provando a smorzare i toni di una mail inviata il 21 giugno scorso che ha dell’incredibile: «Chiediamo tassativamente, pena interruzione di rapporto di fornitura con la vs Società, che non vengano più effettuate consegne utilizzando trasportatori di colore e/o pakistani, indiani o simili» c’è scritto. 

La mail choc a quanto pare è stata inviata a tutti i fornitori e clienti. E, sfogo o no, non è piaciuta a Matteo Zanotti, amministratore delegato di Dtm-Deterchimica, azienda di Torbole e Casaglia, che martedì ha riunito il suo staff per condividere la posizione da tenere. 

Leggi l'articolo completo sul Giornale di Brescia in edicola oggi, scaricabile anche in formato digitale.

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli