Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL CASO

Le foto che aprono nuovi scenari sulla strage di piazza Loggia

Redazione Web

Brescia e Hinterland
22 lug 2016, 14:06
descrizione immagine

Possibile svolta per un nuovo filone di inchiesta sulla strage di piazza della Loggia a Brescia del 28 maggio 1974. 
Dall'incidente probatorio effettuato su alcune delle fotografie dell'epoca è stato riconosciuto tra i presenti in piazza quella mattina a Brescia Marco Toffaloni, all'epoca 16enne, e indagato dalla Procura dei minori per concorso in strage. 

È quanto emerso dalla relazione dei periti resa nota durante l'udienza che si è tenuta questa mattina in Tribunale dei minori a Brescia. 

Le fotografie della mattina dell'esplosione della bomba sono state comparate con alcune immagini sequestrate nei mesi scorsi nell'abitazione dei genitori di Toffaloni, veronese di nascita, oggi 59enne

L'uomo vive in Svizzera dove lo scorso anno il procuratore dei minori di Brescia Emma Avezzù avrebbe voluto interrogarlo per rogatoria, ma Toffaloni non si presentò

Fu il collaboratore di giustizia Giampaolo Stimaniglio a riferire agli inquirenti che la mattina del 28 maggio 1974 Toffaloni era presente a Brescia. 

«Quello emerso oggi è un elemento che sicuramente conforta la tesi dell'accusa», ha detto il procuratore dei minori di Brescia Emma Avezzù che ha poi aggiunto: «Se ci saranno altri elementi come noi pensiamo, saremo motivati ad andare avanti e non archiviare».

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli