Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

LO SPOSTAMENTO

Da lunedì tamponi drive-in alla Fiera: «500 test al giorno»


Brescia e Hinterland
22 mag 2020, 08:49
Un tampone drive in, eseguito senza che l'automobilista scenda dalla vettura

Un tampone drive in, eseguito senza che l'automobilista scenda dalla vettura

L’obiettivo è quello di aumentare il numero di tamponi drive-in, quelli che vengono fatti all’automobilista senza che scenda dalla vettura.

Il direttore di Ats Brescia Claudio Sileo punta in ato. «Credo si possa arrivare a 800 tamponi a mattina». Ma la previsione è al ribasso. «Almeno nella fase iniziale ipotizziamo 500 test al giorno» dicono dagli Spedali civili di Brescia in riferimento al nuovo piano che partirà lunedì, quando alcuni gazebo della Protezione civile saranno installati nel parcheggio della Fiera in via Caprera in città. Trasferiti dall’area del liceo Leonardo di via Balestrieri, dove a breve inizierà l'esame di maturità.

Quanti ne sono stati fatti finora? «Circa 7mila dal 22 aprile quando abbiamo iniziato» spiega Annamaria Indelicato, direttore socio sanitario del Civile. Resta top secret il numero dei positivi. «Comunichiamo i risultati ad Ats e solo loro possono renderli pubblici».

Non ci sarà libero accesso. Non potrà infatti andare chiunque al parcheggio della Fiera. Alla prova saranno sottoposte categorie di pazienti stabilite. Ad esempio, chi è segnalato dal medico di base, chi ha sintomi riconducibili al Covid, il personale del mondo sanitario, i lavoratori nei servizi essenziali, quelli che devono tornare al lavoro dopo un periodo di malattia e anche i bambini segnalati dai pediatri.

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli