Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

SPERANZA

Coronavirus, a San Polo ammainata la bandiera dell'emergenza


Brescia e Hinterland
24 mag 2020, 21:02
VIA LA BANDIERA DELL'EMERGENZA

Una bandiera che è stata simbolo di resistenza e di appartenenza e che don Marco Mori aveva issato quando la pandemia del coronavirus aveva appena sfondato le porte della nostra provincia e portato lacrime e dolore.

 

Per oltre due mesi quel drappo è rimasto lì, appeso a un ulivo proprio di fronte alla chiesa della Conversione di San Paolo, a testimonianza di una comunità silente ma resiliente.

Un tempo lunghissimo, durante il quale la Leonessa ha continuato a innalzarsi su quello sfondo cromatico bicolore bianco e blu, nonostante la tempesta tutt’intorno. E ora che l’emergenza sanitaria – quella più spietata e angosciante, quella da non far dormire la notte per il tormento - sembra allentare la presa, don Mori ha voluto ammainare quel gonfalone simbolico della nostra comunità per donarlo alla città, nelle mani del suo sindaco,

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli