Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL CASO

Cannabis legale: a Brescia è già sold out


Brescia e Hinterland
16 ott 2017, 19:43
descrizione immagine

Elettra e Ramon sono marito e moglie e gestiscono l'Eni Cafè di via XXV Aprile in città. Bar e stazione di servizio accanto ai distributori di carburante e all'autolavaggio. Da qualche settimana però sono meta di un vero e proprio pellegrinaggio: sono l'unico distributore bresciano di EasyJoint, la cannabis legale prodotta a Parma che sta raccogliendo un successo commerciale straordinario.

Anche a Brescia. Basta restare qualche minuto nel negozio all'ombra della pensilina per rendersi conto che l'intuizione commerciale dei giovani coniugi è stata quella giusta. Un flusso ininterrotto di persone di tutte le età e tutte le estrazioni sociali che chiede di comprare il barattolo da 10 grammi, 8 il peso netto, a meno di 18 euro. Tra uno scontrino e l'altro in parecchi chiedono come si sia arrivati alla legalizzazione in Italia e come sia prodotta la cannabis legale. Marito e moglie rispondono con precisione e cortesia, come per tutti gli altri prodotti che vendono. 

Alle 17 di lunedì pomeriggio hanno dovuto allargare le braccia. Esaurita. Una ventina di minuti più tardi finiti anche tutti i volantini. Serviranno due giorni perchè l'ordine per il rifornimento venga soddisfatto dalla EasyJoint. In coda, tutti per sentirsi rispondere «ripassa tra due giorni», ci sono operai arrivati in gruppo con il furgoncino dopo la giornata in cantiere, uomini eleganti nei completi di sartoria ma anche ragazzi giovani con lo zaino in spalla e pure signore che hanno passato i cinquanta. Cifra significativa di un successo commerciale unico e inaspettato.

  

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli