Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

AMBIENTE

Caffaro, il Ministero: «Nel Sin tutti i terreni malati di Pcb»


Brescia e Hinterland
26 ott 2019, 09:18
Lo stabilimento della Caffaro, in via Milano - Foto Gabriele Strada /Neg © www.giornaledibrescia.it

Lo stabilimento della Caffaro, in via Milano - Foto Gabriele Strada /Neg © www.giornaledibrescia.it

Quei confini, adesso, vanno «necessariamente rivisti». Non al ribasso, come proposto qualche anno fa, con l’intenzione di rimpicciolire il quadrilatero del Pcb alla sola cittadella industriale di via Milano che dà il nome al Sito di interesse nazionale, un’idea bollata anche dallo staff del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, come «assurda».

Al contrario: il Sito di interesse nazionale Brescia-Caffaro va ampliato, inglobando al suo interno tutti i terreni che sono stati avvelenati e contaminati. Questo scenario pone sulla scacchiera almeno altre due questioni: la prima...

Leggi l’articolo integrale sull’edizione Giornale di Brescia in edicola oggi, sabato 26 ottobre 2019, scaricabile anche in formato digitale

 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli