Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Brescia e Hinterland

IL PUNTO

Autisti senza «pass»: si sistemano i turni ma manca il personale

Giovanna Capretti - Nuri Fatolahzadeh

Brescia e Hinterland
15 ott 2021, 07:23
Studenti salgono su un autobus del trasporto pubblico - Foto Gabriele Strada /Neg © www.giornaledibrescia.it

Studenti salgono su un autobus del trasporto pubblico - Foto Gabriele Strada /Neg © www.giornaledibrescia.it

Scena: bus su una linea di provincia; sale il controllore per verificare il Green pass dell’autista. Il «passaporto verde» c’era al capolinea, ma è scaduto in corsa: l’autista deve lasciare il posto di guida, il bus attende l’arrivo di un sostituto. Ammesso che si trovi.

La situazione è al limite, ma in teoria è ciò che potrebbe accadere anche sui bus bresciani. Almeno a quegli autisti non vaccinati - la stima oscilla tra l’8 e il 20% dei quasi 700 dipendenti di Brescia Trasporti e Arriva - che dovranno sottoporsi al tampone per ottenere il pass obbligatorio da oggi per tutti i lavoratori.

Complice la validità limitata nel tempo del documento, la complessità dei turni di servizio, la ormai strutturale carenza di personale, le eventuali malattie.

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli