Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

DOPO 12 ORE

Tubatura riparata e strade riaperte a Gottolengo

Giulia Bonardi

Bassa
21 gen 2022, 09:20
GOTTOLENGO, ALLARME RIENTRATO

Dopo circa dodici ore, l’emergenza è rientrata: sono state ultimate all’una e trenta di notte  le operazioni di messa in sicurezza della grande tubazione del gas danneggiata. A quel punto, è stato possibile riaprire alla circolazione la strada provinciale Gottolengo-Isorella e via Solaro che, nel pomeriggio di mercoledì, erano state chiuse precauzionalmente.

I residenti nelle tre abitazioni evacuate sono stati autorizzati a far ritorno a casa. Tutto è iniziato nel primo pomeriggio di mercoledì quando, durante la posa della rete della fibra ottica, si è rotta una grossa tubazione del gas. Il danno era localizzato in prossimità del punto in cui via Solaro si immette sulla strada provinciale Gottolengo-Isorella.

Subito si è messa in moto la macchina dell’emergenza, visto il pericolo potenziale per la sicurezza pubblica e l’importanza della tubazione. Da qui, l’ordine di evacuare le tre abitazioni nei paraggi, sbarrare le due strade, deviando quindi il traffico,  e non permettere l’avvicinamento al luogo della rottura. Diverse, dunque, le forze in azione impegnate per ore e ore, tra tecnici, Polizia Locale, Amministrazione comunale, i Vigili del fuoco di Verolanuova, il nucleo Nbcr dei pompieri e i volontari della Protezione civile.

Dopo l’analisi del rischio, e il primo intervento, si è proceduto alla riparazione. Durante la serata sono quindi arrivati i mezzi che, all’altezza delle centrali principali della rete di Gottolengo e Pralboino, hanno compiuto un intervento per garantire l’erogazione di gas mentre si svolgevano i lavori di messa in sicurezza. Così è stato poi possibile svuotare la tubazione danneggiata e completare la realizzazione di un bypass. Operando in tal modo, si è perseguito l’obiettivo di non interrompere o alterare l’erogazione, considerando che da quella tubazione dipende il fabbisogno di molte famiglie di più paesi. Stando a quanto riferito, solo poche cascine nella zona di via Solaro dovrebbero essere rimaste senza servizio per qualche ora durante l’intervento. Oltre ai tecnici della società competente, fino alla fine dell’emergenza, sono rimasti sul luogo la Polizia locale, i Vigili del fuoco e i volontari della Protezione Civile.

Articoli in Bassa

Lista articoli