Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

MUSICA

L'imprenditore musicista dona 60 chitarre per la baby banda


Bassa
3 ago 2021, 06:00
Ugo Cominelli con le chitarre donate alla banda e all'Istituto comprensivo - Foto © www.giornaledibrescia.it

Ugo Cominelli con le chitarre donate alla banda e all'Istituto comprensivo - Foto © www.giornaledibrescia.it

Ugo Cominelli suona la tromba da quando aveva ancora le braghe corte: in numerose bande bresciane, ma anche in alcune fanfare, con le quali in più occasioni ha girato il mondo. Da qualche anno è uno dei pilastri di Bandafaber, il gruppo musicale diretto da Francesco Andreoli, che sta riscuotendo grande successo non solo a Brescia. Ugo, che abita a Vighizzolo, è un imprenditore di successo. A Ghedi ha da poco aperto la «2C, ecologia in elettronica», un’azienda che si occupa di recupero metalli (soprattutto nel settore dell’elettronica) che va ad affiancarsi ad altre sue aziende. Di trombe ne possiede una mezza dozzina, che utilizza a seconda della necessità, o di come gli gira. Se le può permettere e le ha acquistate. Ma non è sempre stato così. «Non senza sacrifici – ricorda –, quand’ero ragazzino mio padre mi regalò una tromba, nella quale soffiai per tanti anni, fin quasi a consumarla. Erano momenti difficili: di soldi ce n’erano pochi per mangiare, figurarsi per suonare…».

Memore di queste miserie, ora che può, Ugo ha deciso di aiutare i giovani che si avvicinano alla musica, regalando loro 60 chitarre.

Articoli in Bassa

Lista articoli