Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

SICUREZZA

Furti e rapine, paura nella Bassa: «I sindaci si uniscano»


Bassa
22 nov 2021, 12:44
Un coltello - © www.giornaledibrescia.it

Un coltello - © www.giornaledibrescia.it

Una rapina a Manerbio e vari colpi in appartamenti da Verolanuova fino a Capriano. Da alcune settimane anche nella Bassa, come nel resto della provincia, è allarme.

La rapina a Manerbio è andata in scena all'alba di sabato mattina. Erano da poco passate le quattro quando un uomo, con il volto coperto e armato di un coltello, è entrato nella sala slot in via San Martino del Carso. Il rapinatore ha minacciato la dipendente che, terrorizzata, ha aperto il registro di cassa. Dopo aver preso l'incasso, più di mille euro in contanti, l’uomo è fuggito servendosi di una bicicletta che aveva parcheggiato proprio fuori dalla sala slot.

Poche ore dopo, sempre a Manerbio, una banda di ladri ha messo a soqquadro una casa nella zona industriale del paese portando via oro e soldi. Ed è stata forse la stessa banda che ha poi colpito anche a Dello, entrando nelle abitazioni vuote, seminado il caos per cercare qualcosa di valore da rubare: in alcune i malviventi sono riusciti a portare via preziosi e soldi, in altre invece se ne sono andati a mani vuote lasciando dietro di sé solamente danni e disordine. Case violate e sicurezza da riconquistare con grande difficoltà.

Una decina di giorni fa i topi d'appartamento hanno colpito anche nella casa di un carabiniere portandosi via, tra le altre cose, anche due divise. Una raffica di furti che sta creando non poca preoccupazione.

A Capriano del Colle, dopo il quinto furto nel giro di una ventina di giorni, l'ultimo avvenuto nel fine settimana appena trascorso in ben due case, il sindaco Stefano Sala si è mosso chiedendo ai colleghi la convocazione di un tavolo ad hoc sulla sicurezza.

«Purtroppo questi numerosi furti in appartamento, con i ladri che colpiscono anche in pieno giorno, sono un problema non solo di Capriano - precisa Sala -, ma anche di molti altri paesi della Bassa. Io mi sono attivato fin da subito con le forze dell'ordine per capire come poter prevenire. Ma ad oggi la situazione è divenuta insostenibile. Ho lanciato un appello ai miei colleghi sindaci chiedendo loro di muoverci tutti insieme per capire cosa possiamo fare, anche di concerto con la Prefettura e con le forze dell'ordine che nell'ultimo periodo stanno lavorando molto facendo anche straordinari per cercare di monitorare maggiormente il territorio». Si aspetta per capire se i sindaci si incontreranno e cosa decideranno di fare.

Articoli in Bassa

Lista articoli