Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

La condanna

Frode fiscale, condannato l'ex consigliere leghista Enio Moretti


Bassa
14 mag 2015, 18:01
descrizione immagine

È stato condannato a 5 anni e 10 mesi di reclusione Enio Moretti, l’ex consigliere regionale della Lega Nord accusato di avere manovrato i fili di un complesso sistema di cartiere per evadere il fisco. 

Il presidente della prima sezione penale del Tribunale di Brescia, Vittorio Masia, ha inflitto al fratello Renato Moretti una pena di sei anni di reclusione. Ai fratelli calabresi Rocco e Vincenzo Natale sono arrivate condanne rispettivamente a 5 anni e 8 mesi e a 6 anni. Per gli altri otto imputati le pene vanno dai sei mesi ai due anni e sei mesi. Il Tribunale ha inoltre disposto la confisca di beni per 1,7 milioni di euro. Sono invece stati assolti Diego Frattini e Luca Turra. 

Moretti era stato arrestato il 24 settembre 2013 con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale. I reati contestati sono stati commessi tra il 2006 e il 2010. Emettendo false fatturazioni nel giro di cartiere costruito assieme al fratello e a Rocco Natale, commercialista, e Vincenzo Natale, titolare di un’azienda, il gruppo ha prodotto un danno all’erario quantificato in una ventina di milioni di euro. Moretti era stato consigliere in regione per la Lega tra il 2005 e il 2010, al momento dell’arresto era amministratore unico di Chiari Serivizi. 

Articoli in Bassa

Lista articoli