Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

PIANCOGNO

Restyling al via per la «Strada del vino», ma qualcosa non va


Valcamonica
22 gen 2019, 07:39
Il nuovo ponticello sul torrente Davine a Piancogno © www.giornaledibrescia.it

Il nuovo ponticello sul torrente Davine a Piancogno © www.giornaledibrescia.it

Consolidata e messa in sicurezza la mulattiera della «Madonnina Nera», un ponticello in legno sul torrente Davine e staccionate qua e là lungo il percorso che porta all’Annunciata. Ma quel guardrail in pieno bosco, non passa certo inosservato.

È in corso la sistemazione di Via delle Volte a Piancogno: in poche settimane, i tecnici del Consorzio forestale «Pizzo Camino», hanno portato a termine una parte dei lavori di sistemazione di mulattiere e sentieri che portano verso l’altopiano dell’Annunciata.

Un tassello che rientra nel progetto più ampio di sistemazione della «Strada del Vino» che si snoda tra vigneti e baitelli di campagna. Ma, nel quadretto campestre, c’è anche una nota stonata: in un tratto della mulattiera che porta alla grotta della «Madonnina nera», infatti, i tecnici forestali hanno piazzato un guardrail di una decina di metri ancorato ad uno «zoccolo» di cemento armato che poggia sul ciglio della strada.

Nessun dubbio sull’efficacia e sull’utilità del manufatto: ma molti avrebbero preferito una semplice staccionata in legno come quella che è stata posata una decina di metri più in basso. «Abbiamo solo sostituito il guardrail vecchio che era pericolante e messo male - spiega il sindaco di Piancogno, Elio Tomasi -. Questa strada è spesso percorsa da trattori carichi di legna, mountain bike e cross: questa curva è pericolosa perché si trova alla fine di una discesa molto ripida e una barriera in metallo ripara meglio rispetto ad una staccionata».

I lavori, del costo complessivo di 150mila euro, sono stati finanziati per il 50% da Regione Lombardia e per l’altra metà con fondi a disposizione del Comune. Questo percorso è uno degli itinerari più battuti e permette di arrivare all’Annunciata, è uno dei luoghi più panoramici e suggestivi della Valle Camonica - continua il sindaco -. Inoltre, grazie alla passione di tanti agricoltori, negli ultimi anni sono stati recuperati moltissimi terreni incolti trasformati in vigneti ed è un dovere mettere a loro disposizione strade sicure».

Dopo i primi interventi, i cantieri proseguiranno nelle prossime settimane per concludersi entro l’estate.

Articoli in Valcamonica

Lista articoli