Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Amore finito, si dà fuoco sotto casa della ex

Redazione Web

Valcamonica
1 gen 2013, 16:31

Una storia d'amore finita, ma che dentro lascia disperazione. Tanto da arrivare a darsi fuoco sotto casa della ex fidanzata. E' una fine dell'anno drammatica quella che vivono le comunità di Costa Volpino e Pian Camuno.

Ricoverato all'ospedale di Bergamo c'è un 30enne originario di Pian Camuno, Alessandro Marin, che ha scelto la mattina del 31 dicembre per un gesto estremo. La storia inizia qualche tempo fa: il 30enne si innamora di una ragazza romena di 24 anni che vive in una casa al confine tra Costa Volpino e Pisogne. I due hanno una storia d'amore, che a un certo punto lei interrompe.

L'uomo non si dà pace, va più volte sotto casa della ragazza, la quale non gli apre mai la porta. La sera del 30 dicembre le lascia un biglietto vicino alla porta, nel quale minaccia di suicidarsi se lei continuerà a non volerlo vedere. Biglietto che viene trovato dalla madre della 24enne, la quale avvisa immediatamente le forze dell'ordine; il bresciano desiste dal proposito di togliersi la vita e tutto sembra rientrare nella normalità. Ma non è così.

La mattina del 31 il giovane torna sotto casa della ex, in mano ha un mazzo di rose bianche e un peluche. Scrive sul muro "ti amo Anca" in maiuscolo, poi cerca per l'ennesima volta di incontrare la ragazza. Che rifiuta. Scatta allora la follia: l'uomo si dà fuoco sotto casa di lei, che dalla terrazza assiste all'orribile scena e chiama subito il 118. L'uomo viene trasportato d'urgenza all'ospedale di Bergamo reparto grandi ustionati. Non è in pericolo di vita, anche se il gesto estremo gli ha procurato ustioni di secondo e terzo grado, soprattutto a viso, braccia e spalle.

Sul posto oltre agli uomini del 118 i vigli del fuoco di Darfo, la Stradale di Darfo e i carabinieri.

Articoli in Valcamonica

Lista articoli