Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

MONTECAMPIONE

Alpiaz: dal fallimento all'abbandono, fino alla devastazione


Valcamonica
31 dic 2015, 16:50
Devastazione all'hotel Alpiaz

Devastazione all'hotel Alpiaz

Dal fallimento all’abbandono, fino alla devastazione dei vandali. È questa la triste parabola della proprietà Alpiaz a Montecampione di Artogne. L’hotel che sorge a quota 1.200 metri, proprio all’arrivo dell’unica pista da sci che rimane aperta per la tenacia degli operatori e dei proprietari di seconde case.

La proprietà, affidata ad un curatore fallimentare, è stata distrutta e saccheggiata: la foto di questo contenuto dice più di tante parole. 

Tanto nella piscina quanto nella reception e negli uffici tutto è stato buttato alla rinfusa: gli arredi sono stati rovesciati e tutto quanto poteva avere un valore è stato portato via.
Una situazione desolante che si ritrova anche alle baite a quota 1.800 metri. I pochi elettrodomestici rimasti sono stati portati via.

I vandali non si sono fatti remore a sfondare porte e finestre per farsi strada all’intero delle proprietà e quello che resta ora è il quadro desolante di un abbandono, molto lontano dai fasti di qualche anno fa. 

 

Articoli in Valcamonica

Lista articoli