Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

NELLA STORIA DELLA MUSICA

Il talento Paola Zadra: «Io bresciana nei rinati Matia Bazar»


Tempo Libero
21 gen 2018, 07:00
La nuova formazione dei Matia Bazar con Paola Zadra - © www.giornaledibrescia.it

La nuova formazione dei Matia Bazar con Paola Zadra - © www.giornaledibrescia.it

C’è un po’ di Brescia nei Matia Bazar che stanno dirigendosi «Verso il punto più alto», per giocare col titolo del loro nuovo singolo. Questo «po’ di Brescia» è  Paola  Zadra.

E' lei la nuova bassista della band che fu di Antonella Ruggiero e la cui formazione 2018 è capitanata dal tastierista Fabio Perversi, unico rimasto della precedente line-up. Nei rinati Matia Bazar ci sono poi la cantante Luna Dragonieri, il chitarrista Piero Marras, la batterista Fiamma Cardani e, appunto, 34enne bresciana.

Paola è reduce dal tour di Fedez, ma anche dall’attività live nella Stef Burns League del guitar hero Stef Burns e suona, oltre che nella «sua» Rock Machine, nell’Invasion del batterista degli Evanescence, Will Hunt. 

«Perversi stava riformando il gruppo, mi ha ascoltato e gli sono piaciuta. Una bella responsabilità: i Matia Bazar non hanno più avuto un bassista dopo la morte di Aldo Stellita nel ’98...  e pure la scelta di Fiamma alla batteria ha a che vedere con un’altra dolorosa perdita, quella di Giancarlo Golzi. Fabio ha deciso che al basso e dietro i tamburi non potevano esserci due uomini, a rimarcare l’insostituibilità di Aldo e Giancarlo. La terza donna della formazione, e in questo caso non poteva essere altrimenti, è Luna (Silvia all’anagrafe) Dragonieri, la quinta cantante dopo Antonella «Matia» Ruggiero, Laura Valente, Silvia Mezzanotte e Roberta Faccani... ». 

Riparte da qui  l'avventura della storica formazione. Da 43 anni sulla scena nazionale e con una carriera costellata di successi, la band riprende l'attività nel 2018 con una nuova formazione, guidata dal tastierista Fabio Perversi.  «E' il nuovo inizio dei  Matia  Bazar. Non poteva finire una storia di 43 anni costellata di innumerevoli e indimenticabili successi. Non potevo lasciare che un repertorio così vasto potesse andare perduto per sempre».

 

Articoli in Tempo Libero

Lista articoli