Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

SERIE A

Il Brescia saluta la A con una gara dignitosa e sfortunata


Sport
1 ago 2020, 20:04

Il Brescia abbandona la serie A giocando una gara dignitosa e sfortunata con la Sampdoria. Finisce 1-1. Ma nella partita ci sono anche due pali clamorosi colpiti da Zmrhal. E la rete del momentaneo vantaggio blucerchiato è frutto di una carambola. 

Nella propria ultima gara da professionista, il capitano del Brescia Daniele Gastaldello è poco fortunato. Prima, al 26’, è lui a commettere il fallo di mano in area che porta Quagliarella sul dischetto: l’attaccante, però, calcia fuori il penalty. Al 41’, invece, finisce suo malgrado nel gol del vantaggio della Sampdoria, quando devia un tiro di Leris generando una traiettoria che spiazza Andrenacci

Il Brescia, tutto sommato, fin qui non gioca una gara malvagia e sfiora anche il gol con Zmrhal, che col sinistro manda sul palo dal limite. 

A inizio ripresa la Leonessa ha un sussulto. Lo ha, nella fattispecie, Ayé, agilissimo a lanciarsi da solo verso Falcone, che lo atterra. Rigore netto, trasformato da Torregrossa. Al 14’ finiscono tra gli applausi dei giocatori e delle panchine la partita e la carriera di Gastaldello.

Il Brescia meriterebbe qualcosa in più, e nel cuore della ripresa coglie un altro palo, sempre con Zmrhal, stavolta di testa.

La Samp finisce in 10, nel recupero, dopo la doppia ammonizione di Askildsen

 

 

Articoli in Sport

Lista articoli