Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Ginnastica: l'Italia in mano al bresciano Casella


Sport
19 gen 2013, 18:09
descrizione immagine

Enrico Casella è il nuovo direttore tecnico della nazionale femminile di ginnastica artistica. Lo ha nominato il consiglio direttivo della federazione. All’ingegnere bresciano, che aveva già ricoperto lo stesso incarico nel 2008, vengono così affidate le sorti del movimento per il nuovo quadriennio olimpico, che culminerà con i Giochi di Rio nel 2016.

Lo scorso ottobre Casella era stato contattato dalla federazione australiana, che gli aveva offerto la stessa carica con un’opzione fino al 2020; un’offerta allettante anche sotto il profilo economico che sembrava poter strappare all’Italia un altro tecnico di primissimo piano, come era capitato in precedenza per un altro bresciano, l’allenatore judo Ezio Gamba e stava per accadere a Stefano Cerioni, responsabile della nazionale di fioretto.
«L’Australia è stata un tentazione forte - spiega Enrico Casella - stimolante sotto il profilo professionale oltre che una scelta di vita importante. La fiducia dimostratami dal presidente federale Agabio mi ha però convinto a rimanere, tanto più che mi è stata offerta la possibilità di impostare un progetto a lungo termine le cui parole d’ordine sono meritocrazia e impegno. In un periodo di ristrettezza economiche siamo chiamati a dare il massimo nell’interesse comune».

Nel programma presentato da Casella il PalAlgeco e l’adiacente Casa Iveco diventeranno l’Accademia Brescia, quella di riferimento delle tre nazionali (Milano e Roma le altre) che rappresenteranno l’ossatura logistica dei prossimi anni.
L'INTERVISTA COMPLETA SUL GIORNALE DI BRESCIA DI DOMENICA

Articoli in Sport

Lista articoli