Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

SERIE B

Brescia, «3X1» sulla sinistra: chi tra Mangraviti, Galazzi e Garofalo?

Luca Chiarini

Sport
3 ago 2022, 06:00
Massimiliano Mangraviti, difensore del Brescia - Foto New Reporter Comincini © www.giornaledibrescia.it

Massimiliano Mangraviti, difensore del Brescia - Foto New Reporter Comincini © www.giornaledibrescia.it

Il tre per uno che ha tra le mani Clotet non è un coupon per fare economia, bensì un grattacapo che sta scandendo l’avvicinamento all’esordio stagionale col Pisa, avversario del Brescia in Coppa Italia sabato all’Arena Garibaldi (ore 17.45).

Dando ormai per assodata l’assenza di Huard, sono in tre a giocarsi un posto per chiudere il quartetto difensivo sul binario di sinistra: Massimiliano Mangraviti, Nicolas Galazzi e Vincenzo Garofalo. Rigorosamente in ordine di probabilità. Anche se i primi due, a onor del vero, se la giocano ad armi pari.

Mangraviti non è certamente nuovo a quella posizione: l’ha più volte ricoperta nell’ultimo campionato con Inzaghi in panchina, specie nella seconda metà del «regno» di SuperPippo, e rappresenta la soluzione più «prudente», per le capacità di contenimento più acute rispetto ai due contendenti. «Mi trovo meglio da centrale, ma se Clotet mi chiede di fare il terzino non c’è alcun problema», aveva assicurato in conferenza a margine del test contro la Sampdoria, nel quale per novanta minuti aveva presidiato, in assenza di alternative, la corsia mancina.

Quella con Galazzi, a livello tattico, è una vera propria altra faccia della medaglia. Se da Mangraviti è lecito attendersi un efficace tamponamento dei blitz avversari, il pavese è fondamentalmente l’esatto contrario: uno che può garantire spigliatezza e intraprendenza in appoggio alla manovra, ma che al contempo difetta un po’ nelle coperture. L’ex Venezia però, volendo, è addirittura più rodato in quel ruolo rispetto al classe ‘98, essendo reduce da un’esperienza in prestito alla Triestina nella quale è stato spesso utilizzato da esterno basso: semplicemente lo interpreta con altre caratteristiche, opposte a quelle di Mangraviti. Lo si è visto anche nell’ultima amichevole contro il Mantova, nella quale Nicolas, pur non brillando, ha mostrato una certa disinvoltura nella doppia fase.

È in questo dedalo di pensieri e considerazioni che Clotet sta cercando di raccapezzarsi. Va considerata, come detto, anche l’opzione Garofalo. Che al momento appare più remota rispetto alle altre due. Un po’ perché l’ex Foggia sarebbe un «adattato», nel senso più puro del termine, a sinistra, molto più di Mangraviti e Galazzi, e un po’ perché dei tre è quello che ha convinto meno nelle poche uscite pubbliche della pre-season che sta per volgere al termine.

Il nodo verrà sciolto nelle prossime ore, in attesa che rientri l’emergenza: l’arrivo di Federico Pace dal Campobasso (oggi è attesa la sentenza del Tar del Lazio sul ricorso dei molisani contro l’esclusione da) offrirà una soluzione in più su quel lato.

Oggi giornata di riposo per le rondinelle, che riprenderanno domattina ad allenarsi. Intanto è uscito il programma delle gare dalla quarta alla sesta giornata. Sabato 3 settembre Brescia-Perugia alle 14; sabato 10 Modena-Brescia alle 14; venerdì 16 Brescia-Benevento alle 20.30.

Articoli in Sport

Lista articoli