Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

GIOVANILI

Bravo in campo e anche a scuola? Volerai negli Usa


Sport
7 nov 2018, 11:46
Trio: Maurizio Veggio (Ubi), Luca Vitali e Graziella Bragaglio - Foto © www.giornaledibrescia.it

Trio: Maurizio Veggio (Ubi), Luca Vitali e Graziella Bragaglio - Foto © www.giornaledibrescia.it

Il Basket Brescia Leonessa rinnova anche per questa stagione l’impegno nei confronti del proprio settore giovanile, stimolando i ragazzi all’impegno sul campo in abbinata con il rendimento scolastico.

L'altra mattina è stato presentato il progetto «MVP a scuola e in campo», in collaborazione con Ubi Banca (già official bank del Bbl e sponsor del vivaio) e con il patrocinio del Miur e dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia. Iniziative.

Il nuovo piano a favore dei leoncini biancoblù si dirama in tre principali iniziative che si rivolgono alle generazioni dei piccoli cestisti di casa Leonessa. I ragazzi del settore giovanile tra i 13 ed i 18 anni verranno valutati da una commissione giudicatrice secondo criteri di rendimento scolastico (che rappresenterà il 60% del giudizio) e merito sportivo, inteso in termini di risultati e comportamento in campo ed in allenamento, ed i due più meritevoli verranno premiati con esperienze speciali.

Per uno di loro (e qui entra in gioco la strategica partnership con Ubi, che è inoltre official bank della Nba) sarà possibile volare a Londra in occasione dell’Nba London Game 2019, dove il 17 gennaio all’O2 Arena si sfideranno New York Knicks e Washington Wizards nel tradizionale match che fa tappa in Europa.

L’altro atleta e studente meritevole del vivaio approderà invece oltreoceano: sempre Ubi mette a disposizione la possibilità di viaggiare negli Stati Uniti per assistere ad aprile ad una partita di Nba e partecipare ad un «meet and greet» con una leggenda della pallacanestro. Oltre a queste chicche, è stato anche pensato un premio economico pari a 1.000 euro rivolto ad uno studente dell’ultimo anno delle scuole superiori, valido come sostegno per il proseguimento degli studi. Borse di studio. Tutto questo corre di pari passo con il progetto di borse di studio promosso da ormai tre anni dall’azienda L&L, title sponsor del settore giovanile, operativa anche quest’anno nell’attività di supporto ed incentivo del binomio scuola-sport.

 A sottolineare la vicinanza della società bresciana nei confronti dei propri pupilli, la scelta di affidare a Luca Vitali il ruolo di testimonial, un compito che il playmaker bolognese sente cucito addosso: «Sono orgoglioso e onorato: puntiamo a formare uomini, studenti e persone che possano arrivare ad esprimersi al massimo delle proprie potenzialità. Io - continua il giocatore della Germani Leonessa Brescia - cercherò di trasmettere la mia esperienza, perché sento di dover restituire tutto quello che la pallacanestro mi ha dato negli anni. La mia presenza servirà da stimolo per i ragazzi, per spingerli a fare sempre meglio in ogni più piccola azione quotidiana della loro vita, sportiva e non».

Articoli in Sport

Lista articoli