Oggi si celebra san Francesco da Paola

Massimiliano La Neve
Si festeggiano anche: san Abbondio; san Nicezio di Lione, vescovo; san Pietro Calungsod, catechista
San Francesco da Paola
San Francesco da Paola
AA

Nato a Paola (Cosenza) nel 1416 da famiglia modesta, profondamente religiosa, Francesco è tra le personalità più conosciute della storia della cristianità, indissolubilmente legato alla narrazione dei molti miracoli che lo vedono protagonista.

Dodicenne è, per un anno, tra i frati Minori di S. Marco Argentano. Il ragazzino, oltre a esplicitare una eccezionale spiritualità, appare già toccato da carismi soprannaturali; risalgono infatti a quei tempi i primi casi di bilocazione: è visto contemporaneamente servire la Messa in chiesa e apparecchiare la tavola nel refettorio. Tornato a Paola, avvia un percorso di vita eremitica.

L’esemplarità della sua condotta lo rende popolare: presto alcuni religiosi gli si accostano, pregandolo di poterne condividere il percorso di fede. Francesco dà vita poi a vari eremi e, soprattutto, alla Congregazione Eremitica Paolana, poi conosciuta come Ordine dei Minimi. Con il moltiplicarsi dei prodigi che compie, la risonanza della sua fama arriva oltralpe.

Re Luigi XIl lo invita in Francia: il religioso vi rimarrà 25 anni. Il 15 gennaio 1507 Francesco avverte una voce che lo reclama in Paradiso: sceglie di non uscire più dalla sua cella, dedicandosi unicamente alla preghiera e alla penitenza. Il Giovedì Santo dello stesso anno, terminata la Messa, si fa distendere su una grossa croce.

Muore il giorno dopo: è il 2 aprile. Beatificato nel 1513, è stato canonizzato nel 1519. Nel 1943 papa Pio XII lo ha proclamato «Patrono della gente di mare della nazione italiana».

Si festeggiano anche: san Abbondio; san Nicezio di Lione, vescovo; san Pietro Calungsod, catechista.

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia

Icona Newsletter

@Buongiorno Brescia

La newsletter del mattino, per iniziare la giornata sapendo che aria tira in città, provincia e non solo.