Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Scienza

MANERBIO

Plastica bio, l'Unesco premia la giovane Giulia


Rubriche
Scienza
14 ott 2020, 06:00
Giulia Fredi, 28enne manerbiese - Foto © www.giornaledibrescia.it

Giulia Fredi, 28enne manerbiese - Foto © www.giornaledibrescia.it

Si chiamano polialchilenfuranoati (Paf) e sono una classe di polimeri bioderivati molto promettenti nei settori del packaging e delle fibre tessili.

A studiarne le caratteristiche fisiche, meccaniche e termiche sarà Giulia Fredi, 28enne manerbiese ricercatrice dell’Università di Trento (dipartimento di Ingegneria industriale), una delle sei «scienziate eccezionali» premiate dalla Fondazione L’Oreal e dalla commissione nazionale per l’Unesco con una borsa di studio dal valore di 20mila euro.

Nel suo progetto Giulia punterà a valutare il potenziale dei Paf e la loro capacità di formare film sottili, particolarmente utili per l’imballaggio di cibi e bevande....

 

Leggi l'articolo completo sul Giornale di Brescia in edicola oggi, scaricabile anche in formato digitale.

 

 

 

 

Articoli in Scienza

Lista articoli