Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

L'OPPORTUNITÀ

Case in legno: come demolirle e ricostruirle con il Superbonus


Rubriche
Bonus Casa
25 mag 2021, 07:28
Il Superbonus vale anche per le case in legno

Il Superbonus vale anche per le case in legno

Le case in legno sono il fondamento della proposta della bioedilizia. Da qualche anno sono in continuo sviluppo tecnico e di crescita sul mercato. Alle case in legno il superbonus del 110% ha dedicato un capitolo specifico, con cui si potrà godere delle importanti detrazioni fiscali sulle spese sostenute - anche in questo caso - per lavori che migliorano efficienza energetica e resistenza antisismica. Per rientrare nei vantaggi garantiti dal decreto Rilancio non è però sufficiente costruire una nuova casa in legno.

«La normativa - come spiega Elisabetta Bombana, dottore commercialista di Brescia  - stabilisce che la casa in legno deve essere fatta a seguito della demolizione di un edificio già presente, piccolo o grande che sia, quindi con demolizione e ricostruzione. Uno dei passaggi più importanti discussi negli ultimi mesi è stata la possibilità di ampliare i volumi precedentemente presenti realizzando la nuova casa in legno. A questo proposito - continua la commercialista - il Decreto semplificazioni - all’articolo 3, comma 1, lettera d del Dpr 380 - ha chiarito che demolizione e ricostruzione sono a tutti gli effetti interventi di ristrutturazione edilizia, anche quando l’edificio viene ricostruito con diversi sagoma, prospetti, sedime, e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche, con le innovazioni necessarie per l’adeguamento alla normativa antisismica, per l’applicazione della normativa sull’accessibilità, per l’installazione di impianti tecnologici, e per l’efficientamento energetico».

Se ne deduce che la combinazione tra il Decreto semplificazioni e il decreto Rilancio garantisca l’agevolazione al 110% anche per spese collegate all’ampliamento volumetrico. Questa tesi è stata confermata con la risposta numero 11 del 7 gennaio 2021 dell’Agenzia delle entrate. La stessa Agenzia ha anche sottolineato l’importanza del corretto inquadramento amministrativo dell’intervento, aggiungendo che «laddove l’intervento di demolizione e ricostruzione rientri tra quelli di ristrutturazione edilizia (normati dal citato articolo 3, comma 1, lettera d, del Dpr numero 380 del 2001) e vengano effettuati interventi rientranti nel superbonus, o di recupero del patrimonio edilizio trattati all'articolo 16-bis del Tuir, gli interessati ai lavori potranno fruire delle agevolazioni», naturalmente  «nel rispetto di ogni altra condizione richiesta dalle normative degli enti, e fermo restando l'effettuazione di ogni adempimento stabilito».

In conclusione, la demolizione e la ricostruzione che prevedono un’ampliamento volumetrico dell’edificio già presente al momento del via ai lavori di riqualificazione, rientrano integralmente nel superbonus 110%, anche per le spese relative all’ampliamento, ma solo se l’opportuno titolo abilitativo inquadra l’intervento come «ristrutturazione edilizia». La casa in legno è un habitat moderno ed eco-compatibile che garantisce molti vantaggi, sia nella sua realizzazione, sia per i comfort dell’abitare in un ambiente naturalmente più tiepido, asciutto e ovattato rispetto a quello fatto di cemento e piastrelle. La casa in legno ha una costruzione più rapida di quella tradizionale. Dopo il progetto, tra realizzazione delle parti e montaggio sul posto, si arriva alle chiavi in mano in massimo sei mesi. Particolarmente degne di essere ricordate sono le prestazioni energetiche e il rispetto dell’ambiente garantito dalla minor quantità di emissioni gassose.

 

Articoli in Bonus Casa

Lista articoli