Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Native

Frantoio Manestrini: l’olio extra vergine d’oliva è protagonista


Native
CONTENUTO SPONSORIZZATO
2 lug 2021, 14:17
descrizione immagine

L’olio extra vergine d’oliva, protagonista indiscusso sulla tavola degli italiani, ha una storia millenaria, che si lega agli usi e alle tradizioni di popoli e terre che attorno agli ulivi hanno costruito la loro storia. Tutti i frantoi e gli oliveti hanno una storia propria, che li lega a famiglie, comunità e territori. Quella del Frantoio Manestrini - in via Avanzi 7, a Soiano del Lago - affonda le radici a metà dello scorso secolo.

La famiglia Manestrini acquistò il terreno alla fine dell’800 mentre negli anni Sessanta, Egidio Manestrini decise di realizzare un piccolo frantoio posizionato in cima a una collina. Effettuando gli scavi per costruire la prima struttura furono trovate delle vecchie pietre, identificate poi come «molazze», ovvero macine utilizzate per la molitura delle olive, e quindi il residuo di un antichissimo frantoio. Consultando i documenti, è poi emerso che nel 1300, sulla cima dell’altura, c’era un monastero dedicato a San Rocco: oggi si pensa che i monaci fossero già all’epoca dediti all’attività di frantoiani.

Un segno del destino, per la famiglia Manestrini, che nel corso degli anni è progressivamente diventata un punto di riferimento per il territorio. Grazie all’eccellente lavoro svolto e al numero sempre crescente di clienti, circa 15 anni fa, è stato necessario spostare il frantoio in un luogo più grande, adatto a rispondere alle nuove necessità e il nuovo carico di lavoro.

Frantoio Manestrini, una questione di famiglia

Oggi le redini del Frantoio Manestrini sono passate nelle mani di Nicoletta Manestrini, figlia di Egidio, un’imprenditrice dalle vedute ampie e vivaci, che ha cercato di rendere ancora più al passo con i tempi la realtà gestita dal padre, dando vita a una serie di nuove iniziative. Tra queste spicca la nascita, nell’agosto del 2020, dell’Oilbar&Bistrò: si tratta di una sorta di concept bar in cui il grande protagonista è ovviamente l’extra vergine di oliva, esaltato dai profumi e dai sapori delle eccellenze enogastronomiche del territorio. Attraverso un’accurata selezione delle materie prime e dei produttori, è stato creato un menu stagionale, semplice e dal gusto genuino. Al frantoio è possibile pranzare, organizzare pic-nic, fare l’aperitivo - imperdibile nel weekend la selezione di cocktail proposta da Mirko un barman eclettico e frizzante, che ha studiato una selezione di drink impreziositi dall’extra vergine di oliva - accompagnati dai prodotti genuini e deliziosi dell’azienda. Nell’oliveto, in un’area allestita tra ulivi, coperte e bancali, ci si può poi godere la natura con un cestino enogastronomico adeguato al momento della giornata, dalla merenda all’aperitivo.

Visite al frantoio per un’esperienza unica

La visita al frantoio è un’esperienza immersiva ed esaltante, in grado di coinvolgere tutti e cinque i sensi. Si può iniziare con una passeggiata nel verde degli oliveti per poi partire alla scoperta degli antichi macchinari utilizzati in passato per la molitura. Il racconto del metodo di produzione dagli inizi fino a oggi aiuta a guardare all’extra vergine di oliva con occhi nuovi, a comprenderne le mille sfumature, imparando ad apprezzarne la qualità. Il frantoio fornisce gli strumenti giusti per conoscere realmente questa eccellenza della cultura italiana, tuffandosi in un mare di conoscenze e sapori.

Azienda rosa, radicata nel territorio

Il Frantoio Manestrini è un’azienda quasi completamente «rosa» e la questione femminile sta a cuore a tutti i dipendenti, in particolare alla titolare Nicoletta Manestrini. Per questo motivo è stata creata una bottiglia speciale di olio extra vergine, in collaborazione con alcune associazioni che si occupano di aiutare le donne vittime di violenza: acquistando una «Paloma Rossa», la bottiglia di extra vergine d’oliva delle serie speciale dedicata, una parte del ricavato viene devoluto alle realtà che operano in questo settore nel Bresciano.

Nicoletta Manestrini ha poi contribuito alla fondazione del Movimento Turismo dell’Olio, di cui è presidente della sezione della Regione Lombardia e parte del consiglio d’amministrazione nazionale: la mission della realtà è lavorare a stretto contatto con il territorio incentivando la collaborazione tra frantoiani per creare un sistema di networking che sia positivo e proficuo per tutti, aziende, cittadini e comunità.

Per saperne di più visita il sito www.manestrini.it e scopri tutti gli eventi in programma, oppure consulta le pagine di Facebook e Instagram «Frantoio Manestrini»)

Contatti
Via Avanzi 7, Soiano del Lago (Bs)
Tel. 0365/502231
[email protected]