Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Native

Artigiani del Fotovoltaico, nasce la filiera d’eccellenza


Native
CONTENUTO SPONSORIZZATO
29 lug 2021, 12:59
descrizione immagine

Cambiamenti climatici, inquinamento e sostenibilità a rischio: è sempre più necessario pensare all’ambiente, anche tra le mura delle proprie case. Compiere un piccolo passo nel mondo del rinnovabile significa, sul lungo periodo, compiere un grande passo per tutti. In questo senso, installare pannelli fotovoltaici assume i contorni di una scelta etica, non solo economica.

Proprio attorno al concetto di beneficio diffuso, il marchio settoriale Torri Solare ha orientato fin dall’inizio il suo modello di business. Soddisfare i migliori standard qualitativi con “il miglior equilibrio tra accessibilità e ricerca e sviluppo” è il mantra che ha accompagnato la nascita, nel 2007, e l’evoluzione del ramo del Gruppo bresciano che comprende anche Torri Fonderie e Torri Technologies.

Anni di innovazione e ricerca hanno portato Torri Solare a investire nella produzione artigianale di pannelli fotovoltaici, avviando una linea di prodotti tra le più apprezzate dai professionisti del settore per la versatilità e l’efficacia d’impiego.

La consapevolezza, da un lato, del ritmo incalzante dell’evoluzione tecnologica, dall’altro, della scarsità di partner specializzati con i quali intraprendere il viaggio del fotovoltaico, ha spinto il Gruppo a creare Artigiani del Fotovoltaico, una sinergia di filiera tra produttore e installatori. 

L'intervista

Rivolto alla platea di elettricisti artigiani, il progetto, forte della convenzione con Confartigianato, propone una rosa di vantaggi non solo per chi compra ma anche per chi materialmente installa pannelli solari. A illustrare l’iniziativa è il presidente di Torri Solare, Michele Torri.

Sig. Torri, cos’è Artigiani del Fotovoltaico?

«Quello che potrebbe suonare solo come il payoff dell’azienda, sintesi della nostra continua specializzazione e della qualità dei nostri prodotti, è anche il nome che indica la filiera di qualità che stiamo promuovendo: siamo Artigiani del Fotovoltaico noi che produciamo i pannelli ma anche tutti coloro che li installano, prendendosi l’impegno di qualificare la propria proposta. L’installatore, quando sceglie i prodotti di Torri Solare, seleziona pannelli italiani, sposa una realtà che investe in ricerca e sviluppo dal 2007 ma sceglie anche una famiglia che lavora in Italia dagli anni Settanta. Scegliere la nostra azienda significa avere supporto e affiancamento durante l’iter di installazione con kit e servizi di consulenza specializzata». 

L’accordo con Confartigianato Brescia offre ulteriori vantaggi agli installatori?

«Abbiamo stipulato una convenzione con l’organizzazione italiana dell’artigianato, Confartigianato Brescia, per riservare agli associati condizioni agevolate sia sul pagamento che sull’acquisto di materiali per l’installazione di impianti fotovoltaici»

La sfida è creare insieme una filiera di qualità...

«Siamo in piena transizione energetica e mai come ora è fondamentale fare cultura del fotovoltaico. Le nostre case, da voraci consumatrici di energia, devono diventare delle cellule autoproduttrici in grado di arrivare all’autosufficienza energetica. In questo processo di conversione l’elettricità, rispetto alle altre fonti energetiche, e il comparto del fotovoltaico sono tornati a essere i veri protagonisti».

In che modo sono e saranno protagonisti?

«La consapevolezza dei cambiamenti climatici da parte dei governi si sta traducendo in parametri sempre più stringenti per l’emissione di C02. La velocità con la quale si sta virando verso soluzioni sostenibili sarà sempre maggiore. Se la convenienza dell’installazione di pannelli è cosa nota da 15 anni, è ormai evidente che la casa del futuro, green e autosufficiente, non potrà esistere senza il contributo determinante del solare fotovoltaico».

Michele Torri, Presidente Torri Solare

La tecnologia evolve a ritmi esponenziali e il mercato del fotovoltaico è tra i più dinamici. Come si muove Torri Solare sul fronte della ricerca e dell’innovazione?

«Entro la primavera del 2022, sposteremo la divisione rinnovabile del Gruppo Torri a Manerbio, in un’area industriale di circa 10mila metri quadrati. Alla produzione italiana, si affiancherà un laboratorio tecnico di Ricerca e Sviluppo che lavorerà insieme all’università di Brescia. Nel primo quadrimestre del 2022 gli investimenti in R&D saranno finalizzati allo studio della resistenza a fenomeni atmosferici come grandine e neve, con l’obiettivo di aumentare ulteriormente le potenzialità dei nostri prodotti rispetto agli attuali standard».

www.artigianidelfotovoltaico.com