Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Lettere al Direttore

L’APPELLO

Non spegnete i riflettori su Iuschra


Lettere al direttore
10 ago 2018, 14:00

Per favore non spegnete i riflettori sulla scomparsa di Iuschra! Siamo nel nord Italia, ci riteniamo civili ed avanzati... non può finire tutto così. Sono sicuro che è stato fatto il possibile, e ringrazio di cuore chi ha tanto lavorato alla ricerca, ma abbiamo un dovere sociale di restituire la figlia alla propria famiglia. Una bambina di un metro e mezzo e 12 anni non può sparire, volatilizzarsi. Si buttano via così tanti soldi, purtroppo, usiamone una piccola parte per continuare la ricerca; questi sarebbero ben spesi e ci riempirebbero di orgoglio per avere fatto, e compiutamente, la cosa giusta. Una raccolta fondi per continuare la ricerca... io penso che in molti aderirebbero; chiaramente servirebbe anche un coordinamento, ma i volontari non mancherebbero di sicuro. Ieri ho deciso di fare una «passeggiata» per i boschi di Nave fino a Monte Maddalena e ho visto tante brave persone che, come me e facendo finta di nulla, guardavano dietro ogni cespuglio...

// Marco Gentile Marco, da parte nostra come GdB - lo potrà verificare anche nei giornali dell’ultima settimana dopo la sospensione delle perlustrazioni sull’altopiano di Cariadeghe - non abbiamo spento i riflettori su Iuschra né li spegneremo finché sulla sua scomparsa si riuscirà ad avere una risposta (che tutti ci augureremmo fosse la più positiva possibile). È indubbia la generosità di quanti hanno partecipato alle ricerche a Serle e di quanti ora le continuano sotto traccia a più largo raggio. E credo che sarà questa generosità, silenziosa e senza contropartite, a non consentire che si spengano insieme alle ricerche i riflettori sulla speranza di sapere dov’è Iuschra. (g.c.)

Articoli in Lettere al direttore

Lista articoli