Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

LA DICHIARAZIONE

Fontana: «Lombardia arancione, d'accordo con Speranza»

Redazione Web

Italia ed Estero
26 nov 2020, 21:36
I Navigli - Foto © www.giornaledibrescia.it

I Navigli - Foto © www.giornaledibrescia.it

«Ho avuto, qualche minuto fa, un confronto schietto e diretto con il ministro Speranza. Entrambi condividiamo che, secondo il modello delle zone predisposto dal governo, la Lombardia abbia tutti i requisiti per passare da quella rossa a quella arancione. Ci siamo lasciati con l'impegno di riaggiornarci molto presto per verificare quella che realmente può essere la data giusta per allentare le misure restrittive nella nostra regione».

È quanto afferma in una nota diffusa in serata il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.
«Com'è nel nostro modo ormai consolidato di rapportarci - ha aggiunto il governatore - ci siamo parlati senza tatticismi politici o retropensieri, ma con il solo intento di far prevalere il bene comune per i nostri cittadini. Sia per quanto attiene alla loro salute, sia per ciò che concerne la situazione economica».

Intanto trapela l'orientamento dell'atteso nuovo Dpcm sulle misure anti contagio che dovrebbe confermare l'impianto del decreto attuale, con la divisione delle Regioni in tre fasce, e introdurre specifiche restrizioni per il Natale. È la direzione che emerge da più fonti di governo.

Dovrebbero restare in particolare gli automatismi, legati al monitoraggio, che prevedono il passaggio progressivo da zona gialla ad arancione o rossa o viceversa (senza «salti» di due da rossa a gialla). Ma è ancora aperta nel governo la discussione sulle misure per il Natale - che dovrebbero confluire con le altre in un unico Dpcm - e non si sarebbe discusso, nel vertice a Palazzo Chigi di oggi, neanche del tema scuola. Domani si faranno nuove valutazioni, dopo il confronto con Cts e Iss, anche alla luce dei dati del nuovo monitoraggio.

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli