Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Italia ed Estero

SUL TERREMOTO

Charlie Hebdo, la vignetta che indigna l'Italia


Italia ed Estero
3 set 2016, 12:43
descrizione immagine

Il «sisma all'italiana» di Charlie Hebdo scatena indignazione su scala nazionale: il giornale satirico francese ha scelto di usare pasta e lasagne per raffigurare gli effetti del terremoto in Centro Italia, con tanto di corpi sepolti per strati sotto cumuli di macerie. E dalle stesse bacheche social da cui, dopo la strage del 7 gennaio 2015, impazzavano i «Je suis Charlie», sono partiti i primi indignati attacchi al settimanale, seguiti a ruota da quelli dei politici. 

«Ben venga l'ironia, ma sui morti non si fa satira», ha commentato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. L'ambasciata di Francia si dissocia: «Il disegno di Charlie Hebdo non rappresenta la posizione del nostro paese». Un'ondata di indignazione pressoché unanime.

Tanto da spingere la redazione del Charlie Hebdo a precisare che il bersaglio non erano i terremotati, ma «la mafia che costruisce le case degli italiani». 

 

 

Ma non è bastato: sull'icona della libertà di satira mondiale hanno continuato a piovere critiche. C'è anche chi (ma sono pochi) difende la scelta del giornale. E in poche ore si riaccende il dibattito su quella stessa libertà di satira. 

Articoli in Italia ed Estero

Lista articoli