Italia e Estero

Tsmc, impianti per microchip al 70% dopo sisma a Taiwan

epa08424081 The logo of the Taiwan Semiconductor Manufacturing Corp (TSMC) in Hsinchu, Taiwan, 15 May 2020. On 14 May, US Secretary-of-State Michael R. Pompeo welcomed Taiwan Semiconductor Manufacturing Corp's plan to build an advanced semiconductor factory in the state of Arizona, USA, according to a statment released by the American Institute in Taiwan. EPA/DAVID CHANG
epa08424081 The logo of the Taiwan Semiconductor Manufacturing Corp (TSMC) in Hsinchu, Taiwan, 15 May 2020. On 14 May, US Secretary-of-State Michael R. Pompeo welcomed Taiwan Semiconductor Manufacturing Corp's plan to build an advanced semiconductor factory in the state of Arizona, USA, according to a statment released by the American Institute in Taiwan. EPA/DAVID CHANG
AA

ROMA, 04 APR - Nessun rischio per la supply chain globale dei microchip: Taiwan Semiconductor Manufacturing Co (Tsmc) ha riferito che oltre il 70% delle sue apparecchiature per produrre i microprocessori è tornata operativa già ieri sera dopo la sospensione precauzionale decisa a seguito del violento sisma di magnitudo 7.4 che ha colpito Taiwan mercoledì mattina. L'azienda, il più grande produttore di chip a contratto al mondo, ha spiegato che nessuna delle apparecchiature chiave è stata danneggiata alla luce dei controlli sulla sicurezza effettuati.

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia

Argomenti