Italia e Estero

Omicidio Sacchi, la Cassazione conferma 27 anni a Del Grosso

L'arrivo al tribunale di piazzale Clodio dell'avvocato Giuseppe Cincioni, insieme all'imputata Anastasiya Kylemnyk per il processo Sacchi, Roma 29 marzo 2022. ANSA/MASSIMO PERCOSSI
L'arrivo al tribunale di piazzale Clodio dell'avvocato Giuseppe Cincioni, insieme all'imputata Anastasiya Kylemnyk per il processo Sacchi, Roma 29 marzo 2022. ANSA/MASSIMO PERCOSSI
AA

ROMA, 16 MAG - La Cassazione ha confermato e reso definitiva la condanna a 27 anni di carcere per Valerio del Grosso, l'autore materiale dell'omicidio di Luca Sacchi, avvenuto a Roma il 24 ottobre del 2019 davanti ad un pub. I giudici della Cassazione, nell'ambito della vicenda dell'omicidio di Luca Sacchi, hanno disposto un nuovo processo di appello per Anastasiya Kylemnyk, l'ex fidanzata del personal trainer che è accusata di violazione della legge sulla droga. La ragazza era stata condannata a tre anni di carcere. Disposto un nuovo processo di appello anche per Paolo Pirino e Marcello De Propris. Il primo è il complice di Del Grosso nell'aggressione, il secondo consegnò l'arma del delitto: entrambi furono condannati a 14 anni e 8 mesi di carcere. La pena dovrà essere ricalcolata.

Riproduzione riservata © Giornale di Brescia

Argomenti