Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL CASO

Poligrafica SF si fonde con Campi: verso il delisting del titolo


Economia
2 mag 2021, 06:00
Gruppo  Poligrafica San Faustino macchine rotative - © www.giornaledibrescia.it

Gruppo Poligrafica San Faustino macchine rotative - © www.giornaledibrescia.it

Primo passo verso il delisting di Poligrafica San Faustino dalla quotazione a Piazza Affari. Il cda della società presieduta da Alberto Frigoli ha infatti approvato il progetto di fusione per incorporazione di Psf in Campi srl, società a sua volta controllata dai fratelli Alberto, Giuseppe, Emilio, Francesco e Giovanni Frigoli. Ora il progetto verrà sottoposto alla doppia approvazione dell’assemblea dei soci di PSF e quoindi di Campi, ma è scontata l’approvazione, visto che la famiglia Frigoli possiede il 48,117% delle azioni di Poligrafica (un altro 5,599% sono azioni proprie della società). Fusione nel IV trimestre.

Obiettivo dell’operazione - più volte espressamente dichiarato dai Frigoli - è revocare le azioni di Poligrafica dalla quotazione sul mercato azionario, conseguendo così un risparmio di costi collegati al venir meno degli oneri connessi alla quotazione e all’accorciamento della catena societaria. Proprio per questa ragione nel dicembre dello scorso anno era stata lancia una combatuta offerta pubblica di acquisto sull’intero capitale sociale di Poligrafica. L’opa non ha avuto successo, ma i Frigoli non hanno cambiato i piani. La fusione avverà comunque, nel quarto trimestre 2021, utilizzando - si legge in una nota - la situazione patrimoniale al 31 dicembre 2020 di PSF, rappresentata dal bilancio d’esercizio approvato dall’assemblea degli azionisti lo scorso 16 aprile e la situazione patrimoniale di Campi al 14 aprile 2021, approvata il 14 aprile 2021 dal Cda.

Il concambio. Sulla base del rapporto di cambio individuato dagli organi amministrativi delle società coinvolte, per ciascuna azione ordinaria di PSF verranno assegnate 4,296 azioni ordinarie di Campi (post trasformazione in società per azioni dell’incorporante). Le azioni di nuova emissione della incorporante avranno godimento regolare ed attribuiranno ai loro possessori gli stessi diritti. Non sono previsti conguagli in denaro. I dettagli. Campi verrà trasformata in società per azioni: l’operazione prevede l’annullamento delle azioni proprie di PSF ed un aumento gratuito del capitale sociale dell’icorporante sino a 4.566.249 euro e la sua suddivisione in un numero di azioni senza indicazione del valore nominale, pari alle azioni dell’incorporanda. Di conseguenza, tutte le azioni rappresentanti l’intero capitale sociale della incorporante post- fusione saranno assegnate a tutti i soci della incorporanda, in applicazione del rapporto di cambio, al netto delle azioni di PSF per le quali sia eventualmente esercitato il diritto di recesso.

Diritto di recesso. Agli azionisti di Poligrafica che in assemblea straordinaria non avranno concorso alla delibera di fusione spetta il diritto di recesso. Il valore di liquidazione delle azioni, verrà calcolato sulla base della media aritmetica dei prezzi di chiusura delle azioni di Psf nei sei mesi che precedono la data di pubblicazione della convocazione dell’assemblea.

Articoli in Economia

Lista articoli