Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

LO STUDIO

Occupazione, primi segnali di ottimismo per le imprese artigiane

Redazione Web

Economia
17 mag 2021, 02:28
A Brescia sono state aperte 184.500 nuove posizioni di lavoro - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

A Brescia sono state aperte 184.500 nuove posizioni di lavoro - Foto Ansa © www.giornaledibrescia.it

Segnali positivi, finalmente. La campagna vaccinale lascia il segno anche sull’occupazione. A confermarlo ancora una volta è l’Osservatorio lavoro CNA, curato dal Centro studi della Confederazione, che analizza a cadenza mensile le tendenze dell’occupazione nelle imprese artigiane, micro e piccole dal 2014, all’inizio della stagione di riforme che ha profondamente modificato il mercato del lavoro italiano. A marzo di quest’anno l’occupazione tra i «piccoli» risulta in aumento in termini sia congiunturali (+0,4%) sia tendenziali (+0,8%).

Una mini-ripresa, ma che rappresenta un dato comunque molto incoraggiante: su base annua si tratta del primo incremento dopo ben sette mesi contraddistinti dal segno negativo. E poco importa se la crescita sia dovuta a rapporti di lavoro non fissi, contrattualmente inquadrati come tempo determinato e apprendistato. L’aumento dell’occupazione su base annua è frutto del combinato disposto della crescita rispetto allo stesso mese del 2020 di assunzioni (+12,7%) e del crollo delle cessazioni (-24,6%). In particolare, gli incrementi hanno riguardato le posizioni a tempo determinato (+37,4%) e l’apprendistato (+39,8%) mentre, in un anno, sono calate addirittura del 22,2% le assunzioni a tempo indeterminato. 

Sul fronte delle cessazioni l’Osservatorio del lavoro registra la 12esima contrazione consecutiva, attribuibile più che altro alla diminuzione delle assunzioni a termine a partire dallo scoppio dell’emergenza che di conseguenza oggi determina cessazioni al lumicino. Le protezioni inserite a salvaguardia dei contratti a tempo indeterminato sembrano aver avuto relativamente meno peso: le cessazioni in questo ambito sono salite del 16,9%.

 

Articoli in Economia

Lista articoli