Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Economia

La migliore birra d'Italia è dei fratelli Trami


Economia
1 mar 2013, 18:48
descrizione immagine

Trasformare un regalo in un hobby, farlo crescere fino a diventare una vera e propria passione, al punto da investirci tutto e trasformarlo in un'attività lavorativa che dà soddisfazioni e successo.

È un'escalation che racconta la storia dei fratelli Nicola e Luca Trami di Roncadelle, che tre anni fa hanno lasciato i rispettivi posti di lavoro, aperto un birrificio nel dicembre 2012 e pochi giorni fa hanno vinto il premio per la produzione della migliore birra artigianale d'Italia. Il birrificio Fratelli Trami di Capriano del Colle sforna 10mila litri al mese di birra, la più buona della nazione secondo la Union Birrai grazie «alle alte fermentazioni con alta gradazione alcolica e d'ispirazione anglosassone».

Il segreto? «Un po' di fortuna - confessa Nicola - e una scelta particolare nelle attrezzature di fermentazione e maturazione, disegnate da mio fratello Luca e realizzate in un'azienda di Soresina». Prima di lanciarsi nella nuova attività, i due fratelli trami si sono regalati le macchinette per produrre la birra in casa e da lì è iniziata la loro avventura. «Abbiamo trasformato una passione in un lavoro - continua Nicola -: nasciamo come home brewer e quando mio fratello era in cassa integrazione». La loro birra è venduta in quasi tutto il centro nord d'Italia. Oggi, a soli due anni dall'apertura, Luca e Nicola si preparano a esportare in Oriente, grazie ad alcuni contatti con il mercato cinese.moss

Articoli in Economia

Lista articoli