Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

LA DECISIONE

Il Tar dà ragione alle aziende agricole: niente limiti agli extraprofitti sull'energia green

Valerio Pozzi

Economia
2 dic 2022, 19:31
Impianti fotovoltaici (archivio) - © www.giornaledibrescia.it

Impianti fotovoltaici (archivio) - © www.giornaledibrescia.it

«L’accoglimento del ricorso è un importante segnale rivolto anche alle tante imprese agricole bresciane che hanno investito nella realizzazione di impianti green per puntare all’autosufficienza energetica e alla diversificazione delle proprie attività. Realtà che rischiavano di vedere i propri sforzi vanificati da una tassazione che Confagricoltura ritiene discriminante, irragionevole e sproporzionata».

Così Giovanni Garbelli, Presidente di Confagricoltura Brescia ha commentato l’accoglimento del Tar Lombardia che annulla gli atti - anche di qualche decina di aziende agricole bresciane - impugnati, dando in via indiretta un segnale forte alle aziende agricole che hanno investito in energie rinnovabili.

La prima sezione del Tar Lombardia ha infatti accolto ieri, i primi ricorsi contro la delibera dell’Arera (Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente), che introduceva i limiti ai ricavi - i cosiddetti extra-profitti - ottenuti dagli impianti alimentati con fonti rinnovabili.

L’effetto dell’accoglimento è l’annullamento degli atti impugnati. In attesa di leggere le motivazioni della sentenza, Confagricoltura, tra i primi ad aver presentato ricorso, esprime particolare soddisfazione per la decisione presa dal giudice amministrativo. 

Articoli in Economia

Lista articoli