Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

L'OPERAZIONE

Filiali Ubi a Bper: a metà novembre si avrà l’elenco


Economia
2 nov 2020, 06:00
A BresciaDue la sede Ubi - Foto © www.giornaledibrescia.it

A BresciaDue la sede Ubi - Foto © www.giornaledibrescia.it

L’aumento di capitale da 802 milioni di euro di Bper è andato in porto con successo nei giorni scorsi. Con la ricapitalizzazione dell’istituto guidato da Alessandro Vandelli si può quindi avviare l’«operazione Ubi», ovvero l’acquisto delle 532 filiali (501 di Ubi con le relative strutture centrali e 31 di Intesa Sanpaolo) che su richiesta dell’Antititrust dovranno essere cedute per le ovvie ragioni di potenziale concentrazione.

Ancora «top secret» l’elenco delle filiali che passeranno all’istituto emiliano: fonti sindacali fanno sapere che il perimetro del ramo d’azienda oggetto della cessione verrà comunicato entro la metà del mese di novembre. In Lombardia sono 271 le filiali interessate, un centinaio quelle appartenenti alla Mat Brescia Nord Est.

Una volta comunicato il perimetro delle filiali, partirà la delicata trattativa sindacale per definire le condizioni economiche e normative del passaggio dei dipendenti interessati. Il processo di migrazione non sarà immediato, i clienti di Ubi e Intesa non verranno colti di sorpresa: il passaggio potrebbe arrivare non prima della fine di febbraio 2021.

Frattanto tutte le banche stanno riorganizzando l’accesso alla rete delle proprie filiali alla luce dell’evolversi della sempre più preoccupante crisi sanitaria. Da inizio settimana l’accesso alle filiali Ubi Banca può avvenire esclusivamente previo appuntamento. Dunque, prima di recarsi in filiale, il cliente Ubi è invitato a contattare la propria agenzia telefonicamente o tramite mail per verificare la disponibilità dei consulenti.

Anche Intesa Sanpaolo raccomanda alla clientela di rivolgersi al proprio gestore - come è definito da qualche tempo il bancario di riferimento - per fissare un appuntamento, per tutte le operazioni più complesse (qui gli orari di apertura costantemente aggiornati).

Ma l’istituto ricorda anche che vanno sempre più utilizzati - anche perché più sicuri in tempo di coronavirus - gli strumenti internet dell’app e dell’home banking.

Tutte aperte le filiali di Banca Valsabbina che, al momento, non ha previsto nessuna restrizione alla clientela. L’istituto bresciano consiglia comunque di privilegiare l’appuntamento per evitare, come da protocollo, attese e assembramenti di clienti. Analogo discorso vale per tutte le banche di credito cooperativo del nostro territorio. In casa Unicredit le filiali sono tutte aperte, e vi si accede per appuntamento che si può prendere tramite sito web o telefonicamente.

Articoli in Economia

Lista articoli