Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IN VIA BRANZE

Csmt e In-Genere, un ciclo d’incontri su inclusione ed equità


Economia
16 dic 2022, 06:00
Un'immagine del primo incontro nella sede di Csmt - © www.giornaledibrescia.it

Un'immagine del primo incontro nella sede di Csmt - © www.giornaledibrescia.it

Non ci può essere sostenibilità sociale senza inclusione, non progresso civile senza valorizzazione delle diversità. Con questi capisaldi ha preso il via il percorso «Inclusione ed Equità», ciclo di quattro incontri (da dicembre a maggio) frutto della collaborazione tra Csmt Innovative contamination hub e In-Genere.

Il percorso ha preso il via con il faccia a faccia sul tema «Diversity & Inclusion-Riconoscere e valorizzare l’individuo e le sue peculiarità». «Dagli anni ’90 si è sviluppato un nuovo approccio alle diversità, con le minoranze che diventate a tutte gli effetti risorse da "sfruttare", ciascuna con le proprie peculiarità - ha affermato Mariasole Bannò, docente dell’Università di Brescia -. Il coordinamento di tale attività è il compito del diversity manager». Proprio il ruolo che Laura Tolettini riveste nel gruppo Feralpi e che sempre più si sta affacciando nel panorama produttivo nazionale e bresciano, «visto che l’inclusione può essere tale solo rispetto a un percorso lavorativo» ha evidenziato il ceo di Farco Group Roberto Zini.

Il prossimo incontro, «Gender equality-Attrarre, inserire, sviluppare, motivare e trattenere professionist*», è previsto mercoledì 18 gennaio alle 17 nella sala Ich della sede Csmt in via Branze. Interverranno Silvia Preti, human capital officer, business coach e Okr strategist in Cherubini Group, l’avvocato Marco De Paolis e Silvia Mangiavini, direttore generale della Raffineria metalli Guizzi.

Terzo meeting invece il 15 marzo, l’ultimo il 17 maggio. Per informazioni visitare il sito di Csmt.

Articoli in Economia

Lista articoli