Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Biolaghi, cinque aziende fondano una onlus  


Economia
6 feb 2014, 18:15

Ha una punta bresciana - oltre che una sede stabilita in via Brocchi - il pentagono imprenditoriale che ha dato vita all'associazione "Biolaghetto Italia onlus" cui anima è www.biolaghiegiardini.it, primo progetto italiano espressamente dedicato a biolaghi - o ecolaghi che dir si voglia - e biopiscine. Il componente bresciano è Adriano Grechi della Grechi Giardini srl, azienda attiva nella progettazione e nella realizzazione di biolaghi - bacini ornamentali o balneabili, per pesci o a utilizzo industriale, in grado di replicare i processi biologici di fitodepurazione -, in progetti di biosemina, di giardini e di verde pensile.

La connotazione "green" non è casuale. Non solo perché biolaghiegiardini.it mira a veicolare un nuovo concetto di sostenibilità basato su uno stile di vita ecocompatibile e sulla ricostruzione dell'ambiente e della biodiversità. Ma pure perché Grechi è convinto «che ogni area verde, anche piccola, guadagni tantissimo dalla presenza dell'acqua» con benefici estetici, di rigenerazione psicofisica, per la flora e la fauna… Il progetto sancisce un percorso di ricerca e collaborazione avviato una decina di anni fa dallo stesso Grechi con Daniele Marchetti - libero professionista trevigiano -, Fausto Barbagli di Ninfee Barbagli srl e Serendipity sas di Arezzo, Giorgio Ganzerli (Agriverde srl di Modena) e con il bolognese Giovanni Muccinelli di Umor Acqueo srl, tutti operanti nel settore dei biolaghi.

Brescia - ricorda Grechi - è una provincia ricca di acque ma spesso caratterizzata da aree ambientalmente sfruttate. A Buffalora ci sono per esempio più di dieci laghi di cava: è il momento di recuperare, valorizzare e pensare a una progettazione che porti benefici al territorio e ai cittadini».

Articoli in Economia

Lista articoli