Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

Il caso

Difficoltà nei soccorsi, il nuovo 112 parte male


Brescia e Hinterland
2 giu 2015, 08:58
NUOVO SOCCORSO, TANTI DISAGI

Difficoltà e attese sono all’ordine del giorno da quando è attivo il nuovo 112, con le chiamate smistate a Brescia e la sala regionale di Bergamo che gestisce anche le emergenze della nostra provincia. Si segnalano tempi raddoppiati per l’arrivo di un’ambulanza rispetto a quando ci si rivolgeva direttamente al 118, con base al Civile. Non mancano poi paradossi, come l’operatore che risponde che «non risulta alcuna Maddalena» a chi chiede un mezzo di soccorso in via San Gottardo, l’anziano sacerdote trasportato nel baule di una Golf per raggiungere l’eliambulanza o l’elicottero che stava per essere inviato in via Turati, in città, a breve distanza dall’ospedale. 

Leggi gli approfondimenti sul Giornale di Brescia in edicola oggi, scaricabile qui in formato digitale. 

Articoli in Brescia e Hinterland

Lista articoli