Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}
Il sequestro Giacomini

Il rapimento, le ricerche, il giallo che tiene con il fiato sospeso la Valsabbia

IN PROCURA

Operaio rapito, il sequestratore: «Volevo un chiarimento a tre»


Storie
Valsabbia
18 gen 2019, 12:08
"VOLEVO SOLO UN CHIARIMENTO"

«Non volevo fare del male a nessuno, volevo solo un chiarimento a tre». Lo ha detto agli inquirenti il 37enne marocchino Abdeleouahed Haida, accusato di sequestro di persona dopo aver rapito l’operaio 45enne Mirko Giacomini e tenuto nascosto nel sottotetto dell’abitazione dell’ex moglie dello straniero a Villanuova sul Clisi per due giorni.

Assistito dai suo legali questa mattina l’uomo è stato interrogato in procura a Brescia per poi essere trasferito in carcere. «Ha voluto ricostruire l’esatta dinamica spiegando che lui era è innamorato della ex moglie e che voleva solo riconquistarla» ha detto uno dei suoi legali lasciando il tribunale di Brescia.

Articoli in Il sequestro Giacomini

Lista articoli