Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

IL CASO

Prende l'arbitro per il collo: sedici mesi di squalifica


Sport
13 set 2018, 06:10

Zanetti in azione a Polpenazze durante il match incriminato - Foto Reporter © www.giornaledibrescia.it

Una squalifica che può essere un monito per tutti: attenti, perché a fare le «marachelle» ai notturni ci si rimette. Così perlomeno è andata a Niccolò Zanetti, attaccante veronese fermato fino al 31 dicembre 2019. La sanzione è stata comminata dalla Lnd in relazione a dei fatti avvenuti al torneo di Polpenazze. Il 7 luglio, dopo il ritorno dei quarti tra l’Oleodinamica Marchesini e la Pm metalli, peraltro vinta dalla squadra di Zanetti, il veronese si scagliò contro l’arbitro.

Questa la motivazione di 16 mesi di squalifica: «Per avere, al termine della gara, nell’area antistante gli spogliatoi, strattonato per la maglia, afferrato per il collo e sbattuto contro un muro il direttore di gara».

Articoli in Sport

Lista articoli