Stai leggendo: {{ currentArticle.title }}

MOBILITÀ

Auto elettriche, il cambio presto tornerà a bordo


Rubriche
TeAm
3 nov 2021, 06:00
Il cambio è destinato a tornare sulle auto elettriche - Foto © www.giornaledibrescia.it

Il cambio è destinato a tornare sulle auto elettriche - Foto © www.giornaledibrescia.it

Il cambio sull’auto elettrica non serve. Un’affermazione così perentoria sembra fatta apposta per essere smentita. E così sta avvenendo. Oggi, tolto un paio di vetture «iperlusso», sulle vetture green il cambio non c’è poiché - dopo ponderata riflessione - si è stabilito che coppia e potenza dei motori elettrici fossero più che sufficienti a sopperire alla mancanza dei rapporti.

Fatto sta che - in attesa di un’evoluzione ancora più significativa delle batterie - proprio il cambio parrebbe essere la chiave di volta per aumentare l’autonomia delle elettriche. Come ha sottolineato in un articolo tecnico l’autorevole rivista «Al Volante», il cambio è utile anche perché con l’aumentare dei giri il motore elettrico aumenta la temperatura e scattano così i blocchi di salvaguardia che «tagliano» la potenza. Il modo per venirne elegantemente a capo e, per giunta, con un costo abbastanza limitato è proprio il cambio.

Sulle auto a combustione siamo abituati a meccanismi da 6 o più rapporti. Sulle elettriche ne bastano due e semplificati, quasi da bicicletta (paragone esemplificativo), non solo per ovviare a quanto abbiamo appena affermato, ma anche per ottimizzare i picchi di coppia. Le prime esperienze di un brevetto canadese della Inmotive, l’Ingear, sono promettenti.

E l’innovazione consiste nel guardare al passato ricorrendo a una trasmissione a catena continua e un pignone la può spostare tra due ingranaggi dal diverso diametro attraverso un attuatore. In questo modo si cambia il rapporto di rotazione ma si ha un’erogazione continua della trazione alle ruote, che continuano a ricevere coppia senza interruzione. Per Inmotive (l’azienda comunque non è l’unica ad occuparsi di cambi per auto elettriche) l’autonomia aumenta così del 15% e l’accelerazione del 20% al costo di 150 euro.

Articoli in TeAm

Lista articoli